Robert Lewandowski svela i suoi idoli, tra loro due italiani

Robert Lewandowski è stato premiato recentemente come Fifa Best Player 2020 , battendo la concorrenza di colleghi del calibro di Cristiano Ronaldo e Lionel Messi, rispettivamente secondo e terzo classificato. Il polacco si è così raccontato ai microfoni di France Football, svelando parecchi aneddoti e curiosità sulla sua vita e la sua carriera. Una chiacchierata a 360 gradi con il quotidiano francese, durante la quale il 32enne ha svelato anche i suoi idoli di sempre. Tre sono le figure della storia del calcio che ha sempre ammirato e, tra loro, due sono italiane. 

Robert Lewandowski svela i suoi idoli, tra loro due italiani

Uno degli idoli del 32enne, era già noto. Il polacco infatti, come già rivelato in passato, ha sempre amato la leggenda dell’Arsenal Thierry Henry. Ma il francese non è stato l’unico idolo che ha segnato la gioventù calcistica di Lewandowski: Quelli che ho ammirato sono Alessandro Del Piero e Thierry Henry, ma anche Roberto Baggio, che ho visto giocare quando ero molto piccolo. Ciò che più mi ha fatto sognare però sono stati i grandi stadi e le loro ambientazioni”. E, a proposito di grandi stadi, il polacco ha confessato di esser stato molto vicino a un trasferimento a Old Trafford: “Dopo il mio secondo anno a Dortmund, ho parlato con Sir Alex Ferguson. Voleva che andassi a Manchester. Ero molto interessato, ma il Dortmund non voleva lasciarmi andare. Non mi ha turbato più di tanto perché le cose andavano bene con il Borussia”.

L’attaccante, nell’intervista, ha parlato anche dei colleghi Ronaldo e Messi. Inevitabile infatti l’accostamento ai protagonisti indiscussi del calcio europeo degli ultimi anni: “Da tantissimo tempo Messi e Ronaldo sono seduti allo stesso tavolo, ai vertici, e questo li rende irraggiungibili. Quindi non riesco ad immaginarmi accanto a loro da questo punto di vista. Detto questo, se si considerano i numeri di quest’anno e quelli precedenti, penso di essere stato abbastanza bravo in termini di prestazioni e reti realizzate. Non riuscendo a stare allo stesso tavolo di Messi e Ronaldo, penso quantomeno di poterli invitare a mangiare al mio”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti