Grealish, calzettoni abbassati: colpa di una lavatrice e della superstizione

Jack Grealish torna a far parlare di sé e questa volta non per incidenti o multe ma per i suoi calzettoni. Mentre la stragrande maggioranza dei calciatori indossa i calzini fino alle ginocchia, quelli del capitano dell’Aston Villa raggiungono a malapena i suoi stinchi. Perché? In molti sostenevano fosse per imitare George Best, ma il motivo non è questo. Tutta colpa infatti di una lavatrice e di un lavaggio sbagliato, che un giorno ha ristretto i calzettoni del giocatore. Aggiungiamo poi un po’ di superstizione ed ecco spiegato il motivo. Il centrocampista è uno dei giocatori più chiacchierati degli ultimi mesi, ma anche uno dei più amati nel Regno Unito. In 14 presenze con la nazionale di Sua Maestà ha segnato sei gol e fornito otto assist e nelle ultime stagioni ha dimostrato di essere in ottima forma. 

Grealish e i calzettoni abbassati, colpa di una lavatrice e della superstizione

Il Manchester United era già pronto a ingaggiare il centrocampista offensivo la scorsa estate, ma il 25enne è rimasto a Birmingham e ha firmato un nuovo contratto quinquennale. Tanti top club, però, vorrebbero riuscire ad aggiudicarsi Grealish e il giocatore potrebbe lasciare il club già la prossima estate. Il capitano dell’Aston Villa è senza dubbio uno dei giocatori di spicco della Premier League negli ultimi mesi. Tanto che WhoScored.com classifica il centrocampista come il giocatore più quotato nella massima serie inglese finora in questa stagione, seguito da Harry Kane del Tottenham, Mohamed Salah del Liverpool e Bruno Fernandes del Man United. L’interesse per il ragazzo continua a crescere, e ormai non si parla più solo delle sue prestazioni in campo. In molti, ad esempio, si sono chiesti perché il giocatore indossa sempre i calzettoni abbassati e finalmente l’inglese ha svelato il motivo. 

Il centrocampista, ai microfoni di Birmingham Live, ha spiegato che è tutta colpa di una lavatrice: “Molte persone dicono che è a causa di George Best. Anche se lo amo e ammiro così tanto per quello che ha fatto, non è questo il motivo. Ovviamente i miei calzettoni dovrebbero arrivare sopra i polpacci, ma è iniziato tutto un anno fa. Una volta ho fatto un lavaggio e quando le cose si asciugarono i calzettoni si erano ristretti. Quindi non riuscivo a farli arrivare sopra al polpaccio. Quella stagione però ho finito per giocare davvero bene, quindi è diventata una cosa superstiziosa per me. Ho pensato ‘continuerò a farlo perché ho fatto bene’. È una superstizione e per tutta la vita continuerò così. Alcuni arbitri hanno provato a dirmelo, ma devo mantenerli così”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti