Home » Cassano show di fine anno: “Serie B scarsa: buttano la palla da una parte e corrono dall’altra”. Poi sminuisce Donnarumma
News

Cassano show di fine anno: “Serie B scarsa: buttano la palla da una parte e corrono dall’altra”. Poi sminuisce Donnarumma

cassano serie b

Nella diretta streaming sul canale Twich di Christian Vieri, Antonio Cassano ha dato spettacolo dissando la serie B e il portiere del Milan Gigio Donnarumma.

Cassano contro la serie B e contro Donnarumma

“Ma quant’è scarsa la serie B? Buttano la palla da una parte e corrono dall’altra – inizia così la disanima impietosa di Antonio Cassano in diretta su Bobo tv -. Se vai a vedere la Championship inglese e la serie cadetta italiana ci sono 10 categorie di differenza. In questa scarsità, l’unica squadra che mi impressiona è il Cittadella: sono 6-7 anni che con pochi soldi fanno grandi plusvalenze e grandi campionati. Il miglior allenatore è Dionisi dell’Empoli. A parte queste due squadre, il resto un disastro, non si può vedere la serie B. Non a caso anche in serie A mancano i talenti, i ragazzi non emergono”.

Il discorso ricade anche su Balotelli, autore di un gol e nella sua prima col Monza che Vieri commenta così: “Ha fatto una bella partita, ha segnato dopo 1′. Si è mosso poco ma è normale considerando che è fermo da quasi un anno, ha bisogno di entrare in condizione. Però l’ho visto sempre in partita, si vede che è col Monza, si dà da fare e si trova bene coi compagni. Se si mette in condizione può fare un gol a partita. Per me la squadra va in serie A, Brocchi sta facendo un grande lavoro. Per la serie B hanno uno squadrone con tanti giocatori di qualità”. Cassano incalza: “Hanno il dirigente migliore della storia del calcio italiano. Poi quando Bobo elogia Donnarumma come miglior giovane, il talento di Bari Vecchia si dice contrario: “Ti faccio i nomi di sette-dieci portieri più forti anni luce di Donnarumma: Alisson, Ter Stegen, Oblak, Neuer. Vuoi che te ne faccia ancora altri?”. Vieri chiosa sfottendolo tra le risate generali: “Non è vero, è un talento della natura. Ricordatelo, spelacchiato di Genova”.