Home » La determinazione di Declan Thompson, dalla sedia a rotelle alla FA Cup
News

La determinazione di Declan Thompson, dalla sedia a rotelle alla FA Cup

Declan Thompson fa cup

La FA Cup, la più antica competizione calcistica ufficiale al mondo, continua a regalare sorprese e emozioni. Dopo l’Aston Villa che va in campo con la Primavera e il Derby County eliminato a sorpresa da una squadra di sesta serie, è ora lo Sheffield Wednesday a finire sotto i riflettori. Il club della Football League Championship, batte e elimina l’Exeter City e passa il turno, ma non è il match ad attirare l’attenzione di social e media. Nella gara di coppa ha infatti fatto il suo debutto il diciottenne Declan Thompson. Ma cos’ha di speciale Declan? All’età di cinque anni, al giovane è stata diagnosticata la malattia di Perthes. Una malattia che l’ha costretto anche alla sedia a rotelle. Ma grazie alla sua determinazione Thompson è riuscito a realizzare il suo sogno e a debuttare in prima squadra durante la principale coppa nazionale di calcio inglese. 

La determinazione di Declan Thompson, dalla sedia a rotelle alla FA Cup

La malattia di Perthes è una condizione infantile estremamente rara che colpisce i fianchi. Questo particolare morbo comporta la distruzione dell’anca nei bambini. Declan ha dovuto sottoporsi a numerosi interventi chirurgici ed è stato costretto alla sedia a rotelle per 18 mesi. I dottori, all’epoca, dissero ai suoi genitori che con molta probabilità non sarebbe mai più stato in grado di camminare, figuriamoci di giocare a calcio. Ma il 18enne non si è mai arreso e non ha mai abbandonato il pallone, neanche quando era sulla sedia a rotelle. Ha continuato a giocare, con la sedia prima e con le stampelle poi, fino alla realizzazione del suo sogno. In estate ha firmato infatti un contratto da professionista con lo Sheffield Wednesday.

E, nella vittoria per 2-0 del terzo turno di FA Cup contro l’Exeter City, il giovane è stato mandato in campo per il suo debutto in prima squadra. Un momento speciale per tutta la famiglia Thompson, un sogno che sembrava impossibile solo qualche anno fa. Suo padre Lee, ex giocatore del Boston United ora assistente allenatore dello Stocksbridge Park Steels, è stato sopraffatto dall’emozione mentre guardava con orgoglio il figlio in TV. E le immagini del suo pianto liberatorio sono diventate virali in rete. Declan, fortunatamente, non ha più problemi ma continua a  svolgere il suo lavoro di sensibilizzazione. Il 18enne è ormai un’ispirazione per molti giovani ma, come spiega a The Athletic, non aveva previsto tutto questo: “Non ho mai pensato di essere un’ispirazione, volevo solo essere me stesso e diventare ciò che ho sempre voluto essere”.