Home » Celtic, Okoflex con AirPods prima di entrare in campo: svelato il motivo
News

Celtic, Okoflex con AirPods prima di entrare in campo: svelato il motivo

Ventitreesima giornata di Scottish Premiershi, il Celtic affronta in casa l’Hibernian. Una gara senza colpi di scena che si decide nel finale con le reti di David Turnbull prima e di Kevin Nisbet poi. Un pareggio per 1-1 dunque che non modifica di molto la classifica. I padroni di casa rimangono secondi, a 21 lunghezze dai Rangers primi, e l’Hibernian mantiene il suo quarto posto dietro l’Aberdeen. La gara, però, verrà ricordata per il debutto del giovane Armstrong Okoflex, un debutto con gli AirPods alle orecchie. Le immagini del giocatore con gli auricolari hanno subito attirato l’attenzione di tifosi e media e hanno fatto il giro del mondo. Il 18enne ha tolto gli AirPods un attimo prima di entrare in campo.

Celtic, Okoflex con AirPods prima di entrare in campo: svelato il motivo

Okoflex è stato chiamato dalla panchina ed era pronto a fare il suo debutto in Premiership scozzese ma, a pochi secondi dal debutto mentre indossava la maglietta, aveva ancora le cuffiette. I tifosi sono rimasti senza parole nel vedere le immagini. Ma perché il giocatore aveva gli auricolari wireless? Il motivo è stato presto svelato. Armstrong stava comunicando con lo staff tecnico che non era presente alla partita. L’allenatore Neil Lennon e 14 giocatori del Celtic, infatti, sono stati costretti ad autoisolarsi dopo che il difensore Christopher Jullien è risultato positivo al Covid-19. 

Gavin Strachan, che ha sostituito in panchina Lennon, ai microfoni di Sky Sports per Daily Record ha confermato la notizia: “Sì era il tecnico a parlare con lui. Stava solo ricevendo alcune indicazioni prima di entrare in campo. Tutti usano la tecnologia a loro disposizione. L’abbiamo usata, è un bene per un giovane giocatore sentire la voce dell’allenatore prima che scenda in campo”. Okoflex, cresciuto nell’Academy dei Gunners, potrebbe comunque lasciare il Celtic molto presto. L’irlandese, che solitamente gioca con il Celtic Riserve, ha un contratto in scadenza nel prossimo giugno. Molti i club interessati a lui, anche dall’Italia.