L’esultanza “a dorso” di Michail Antonio del West Ham: l’attaccante spiega il motivo

Per l’ennesima volta Michail Antonio è risultato decisivo per il suo West Ham. L’attaccante classe ’90 è stato infatti il match winner della sfida giocata sabato dagli Hammers contro il Burnley e terminata 1-0. Più che il goal, abbastanza semplice ad esser sinceri, agli occhi di tifosi ed addetti ai lavori è rimasta la particolarissima esultanza del centravanti inglese. Un’esultanza che ha un motivo preciso, come da lui stesso dichiarato.

Da tre mesi a secco di goal, l’attaccante del West Ham Michail Antonio è tornato pesantemente protagonista nella vittoria interna dei suoi contro il Burnley siglando il goal decisivo in apertura di match. Oltre al goal però, nella mente dei suoi compagni e di tutti i tifosi degli Hammers rimarrà ben impressa la particolarissima esultanza messa in scena dal 30enne inglese. Dopo aver segnato, Antonio si è allontanato dai compagni correndo verso la linea di fondo. All’improvviso poi si è buttato a terra sdraiandosi sulla schiena ed ha iniziato a nuotare a dorso con uno stile tutt’altro che impeccabile. La strana esultanza dell’attaccante però, aveva una motivazione precisa.

L’esultanza di Antonio e la scommessa con Rice

Al termine del match Michail Antonio ha spiegato il motivo della particolare esultanza. In ballo c’era una scommessa con il compagno di squadra e amico Declan Rice. “Io e Declan giochiamo spesso a Call of Duty. Il perdente avrebbe dovuto affrontare una penitenza, e sostanzialmente quella era la mia penitenza“, ha spiegato l’attaccante ai canali ufficiali del West Ham. Poi ha aggiunto in maniera scherzosa: “Devo averlo fatto bene, perché tutti hanno capito cosa stavo facendo. Quindi le mie capacità di recitazione devono essere di qualità. Forse ho un lavoro dopo il calcio!“.

Ecco l’esultanza in perfetto stile dorso:

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti