Home » Il Ct dello Zimbabwe accusa il Camerun di…stregoneria
News

Il Ct dello Zimbabwe accusa il Camerun di…stregoneria

Zimbabwe Camerun stregoneria

Un ritrovamento macabro nel cerchio di centrocampo prima della sfida di apertura dell’African Nations Championship e partono le accuse di stregoneria. Accuse mosse dall’allenatore croato dello Zimbabwe Zdravko Logarusic contro la rappresentativa del Camerun padrone di casa, dopo che lo stesso Ct ha trovato un pipistrello morto vicino alla linea di metà campo.

L’allenatore dello Zimbabwe Zdravko Logarusic ha accusato apertamente il Camerun di stregoneria dopo che prima del fischio d’inizio della sfida tra le due Nazionali, valida come gara d’apertura dell’African Nations Championship, ha trovato un pipistrello morto nel cerchio di centrocampo. L’allenatore croato si è fatto fotografare inginocchiato accanto alla macabra carcassa del pipistrello. In mano teneva un pezzo di carta con la scritta “Stregoneria in Camerun“. Forse proprio a causa dei macabri riti camerunensi la sua squadra è uscita sconfitta per 1-0 dalla sfida…

Lo ZImbabwe accusa il Camerun di stregoneria, e non è la prima volta che accade…

Il goal di Banga a venti minuti dalla fine ha condannato comunque lo Zimbabwe alla sconfitta in casa del Camerun. Nonostante le accuse di stregoneria prematch comunque, il Ct non ha utilizzato il macabro ritrovamento come giustificazione: “Abbiamo fatto del nostro meglio per dare alla maggior parte dei giocatori nella massima serie la possibilità di mettersi alla prova“, ha dichiarato a CAF. Per inciso, non è la prima volta che la Nazionale del Camerun riceve accuse di tale genere. Nel 2002 è stato infatti accusato all’Afcon di aver praticato “arti oscure” prima della semifinale contro il Mali. L’allora allenatore dei portieri Thomas N’Kono venne per qualche ora arrestato con l’accusa di aver “stregato” il campo con un sortilegio…

Ecco la foto che mostra il macarbo ritrovamento (pubblicata da Goal.com):