Home » Southampton, dopo il 9-0 chiede di non essere più arbitrato da Dean
News

Southampton, dopo il 9-0 chiede di non essere più arbitrato da Dean

southampton dean

Il Southampton perde 9-0 contro il Manchester United e agguanta un triste record. Due sconfitte per 9-0 in un anno. Sì, perché quella contro i Red Devils non è la prima goleada incassata dal club. Nella scorsa stagione era già successo contro il Leicester, in casa. Ma i Saints, perdendo a Old Trafford, incassano anche la terza sconfitta consecutiva in Premier League. Sconfitte che fanno male, soprattutto se l’arbitraggio ha influito in qualche modo sulla partita. Il Southampton cerca quindi di correre ai ripari e chiede di non essere più arbitrato da Mike Dean, direttore di gara nel match contro lo United, e Lee Mason, arbitro della gara contro l’Aston Villa. 

Southampton, dopo il 9-0 chiede di non essere più arbitrato da Dean

Il club dell’Hampshire, infatti, è furioso per le decisioni prese contro di loro nelle ultime due partite di campionato. Il Southampton richiede dunque che Mike Dean e Lee Mason non arbitrino più i loro match. La richiesta straordinaria arriva dopo il 9-0 rimediato all’Old Trafford contro gli uomini di Ole Gunnar Solskjaer. In questa occasione il direttore di gara Dean ha espulso il giovane Alexandre Jankewitz, dopo due minuti di gioco per un intervento su McTominay. Da lì, è partita poi la valanga United. Nel finale, l’arbitro ha espulso anche il difensore Jan Bednarek. Un cartellino rosso ritenuto ingiusto e per cui i Saints faranno appello. 

Lee Mason invece, nella giornata di sabato, non ha concesso un rigore alla squadra di Hasenhuttl contro l’Aston Villa in seguito a un tocco di mano di Matty Cash. La dirigenza del Southampton ritiene quindi che non sarebbe saggio che Mason e Dean arbitrino altre gare dei Saints nel prossimo futuro, a causa del loro coinvolgimento in due partite controverse. E, se il loro ricorso contro l’espulsione di Bednarek venisse accolto, la posizione del club si rafforzerebbe. Il club, come riporta il Daily Mail, sembra si sia fermato prima di fare una richiesta formale ufficiale, ma l’organo arbitrale del PGMOL potrebbe dargli comunque ragione. Il PGMOL, di prassi, analizza le possibili problematiche precedenti per evitare di mettere gli arbitri in situazioni in cui potrebbero essere sottoposti a ulteriore pressione. E anche in questa occasione, potrebbe tener conto della storia tra il Southampton e i due direttori di gara.