Alisson, Klopp non lo condanna: “Ha sbagliato, ma ci ha salvato molte volte”

Dopo il Burnley e il Brighton, anche il Manchester City vince ad Anfield contro i padroni di casa del Liverpool. La formazione di Pep Guardiola stende i Reds e mantiene il primo posto in classifica. Gli uomini di Klopp, invece, dopo il disastro di Anfield si allontanano sempre di più dal titolo stagionale. Un pesante 1-4, che ha sì un protagonista ma in negativo: Alisson. Due errori del brasiliano in fase di costruzione regalano infatti due gol agli avversari, sull’1-2 e sull’1-3. Due errori che condannano i Reds nel giro di tre minuti. Il tecnico tedesco però, come spiega alla BBC, non lo condanna. Alisson contro il City ha sbagliato, e questo nessuno lo mette in dubbio, ma il brasiliano è anche colui che ha salvato i Reds più e più volte

Alisson, Klopp non lo condanna: “Ha sbagliato, ma ci ha salvato molte volte”

La gara è sull’1-1, grazie alle reti di Gündoğan da un lato e di Salah dall’altro, e Alisson commette la sua prima papera. Sbaglia due volte il rilancio, e alla seconda Gündoğan ne approfitta e segna la rete del vantaggio per il City. Subito dopo, il brasiliano sbaglia l’appoggio in palleggio e ad approfittarne questa volta è Bernardo Silva, che confeziona l’assist per Sterling. Due errori pesanti che hanno fatto tornare alla mente Loris Karius. Molti i tifosi che, sui social, hanno paragonato Alisson al tedesco, famoso per le due papere nella finale di Champions League del 2018 contro il Real Madrid. Allora Karius attirò i riflettori di tutto il mondo, questa volta invece è Alisson che deve far fronte alle critiche.

Polemiche sì, ma c’è anche chi lo perdona e non se la sente di condannarlo. Jurgen Klopp infatti ammette che gli errori ci sono e non si possono ignorare, ma Alisson non è solo questo. Il brasiliano ha salvato tante volte il Liverpool e questo non si può dimenticare: “Non puoi ignorare questo tipo di errore. Aveva molte opzioni, soprattutto sul suo primo errore, non c’era grande pressione degli avversari. Nel secondo, non ha colpito la palla correttamente. Non c’è davvero una spiegazione chiara per questo. Forse era spaventato. Ha sbagliato e lo sa anche lui. Però ci ha anche salvato molte volte anche se è innegabile che questa sera abbia commesso degli errori”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti