Home » Rashford, per il Time è tra i 100 giovani più influenti del mondo
News

Rashford, per il Time è tra i 100 giovani più influenti del mondo

Rashford time giovani influenti

Marcus Rashford è stato uno dei giocatori più chiacchierati del 2020, non tanto per le prestazioni in campo quanto piuttosto per il suo impegno sociale. L’attaccante, negli scorsi mesi, ha dato il via a una campagna sui social network contro la povertà minorile. Il giocatore del Manchester United ha chiesto al governo inglese l’estensione del programma dei buoni pasto scolastici durante l’estate. La sospensione degli stessi infatti avrebbe rischiato di lasciare senza cibo 1,3 milioni di bambini. Il governo di Boris Johnson ha accolto la richiesta del 23enne e ha fatto marcia indietro sulla questione buoni. Grazie al servizio reso per la Nazione, Marcus è stato insignito dalla Regina Elisabetta del MBE (è diventato membro dell’Eccellentissimo Ordine dell’Impero Britannico) e ora è stato inserito dal Time tra i 100 giovani più influenti del mondo.

Rashford, per il Time è tra i 100 giovani più influenti del mondo

Rashford, nominato tra i “Next 100 Most Influential People”, sarà sulla copertina dell’edizione di marzo della rivista. L’attaccante non è il primo sportivo a comparire nella lista del Time, prima di lui erano già apparsi nomi come Lionel Messi, LeBron James e Roger Federer. L’influenza di Marcus, però, non deriva da questioni sportive e dunque legate al suo lavoro, ma da altre ragioni. L’articolo del Time che introduce il giocatore è stato firmato da Lewis Hamilton. 

Il sette volte campione del mondo di Formula 1 elogia il lavoro dell’attaccante e spiega come il suo impegno abbia ispirato molte persone: “Nel 2020, Marcus Rashford ha portato i suoi numerosi talenti oltre il campo di calcio, dove è un giocatore di punta del Manchester United e della nazionale inglese, per rispondere a una crisi nazionale: la fame infantile. ‘So cosa si prova ad avere fame’, ha scritto lo scorso giugno nell’ambito di una campagna che è riuscita a spingere il governo a fornire pasti agli studenti bisognosi. Difendendo i più vulnerabili della nostra società e utilizzando la sua piattaforma e la sua influenza per creare un cambiamento positivo, Marcus ha ispirato innumerevoli altri a unirsi a lui in questa missione e ha consolidato il suo status di modello. La sua determinazione, resilienza e tenacia sono state davvero stimolanti. Non vedo l’ora di vedere come continuerà questo importante lavoro”.