Home » Rebic, campione di solidarietà: donazione per struttura di riabilitazione infantile
News

Rebic, campione di solidarietà: donazione per struttura di riabilitazione infantile

rebic donazione riabilitazione

Ante Rebic è ormai considerato uno dei calciatori più generosi del mondo, sopratutto nel suo paese. E ancora una volta si è dimostrato campione di solidarietà. Il 27enne infatti ha fatto un’ingente donazione per la costruzione di una nuova struttura di riabilitazione infantile in Croazia. L’attaccante del Milan è cresciuto a Donji Vinjani, un piccolo paese croato ai confini con l’Erzegovina. Il vice campione del Mondo 2018, nonostante il calcio lo abbia portato lontano da casa, non ha mai dimenticato le sue origini e ha sempre fatto di tutto per aiutare come poteva la famiglia, gli amici e il popolo croato. 

Rebic, campione di solidarietà: donazione per struttura di riabilitazione infantile

Molti i gesti di solidarietà del giocatore, gesti che non ha mai voluto pubblicizzare. In passato, come raccontato dal suo migliore amico Lovro Šindikil ai media croati, Ante ha già saldato i debiti di 500 persone del suo villaggio: “Non ha mai dimenticato le sue radici, anche se si è trasferito all’estero, in Italia, quando aveva 19 anni. Una volta, ha saldato i debiti di 500 residenti del suo villaggio natale”. Non solo questo, si dice infatti che Rebic abbia pagato le cure salvavita negli Stati Uniti per una bambina di due anni, che soffriva di leucemia. E ora, il croato si è reso protagonista di un altro gesto nobile. L’attaccante rossonero ha donato 10mila euro per la costruzione di una nuova struttura per la riabilitazione e l’educazione dei bambini a Slavonski Brod.

Il Golden Sequin Center è un’organizzazione senza scopo di lucro che opera dal 1993 e ha 66 dipendenti, che lavorano con circa 220 bambini affetti da disabilità e autismo. L’aiuto finanziario di Rebic, insieme ad altre donazioni e a fondi minori dalla città croata, aiuterà moltissimi giovani. Il frate Іlіја Јеrkоvіс, direttore dell’organizzazione, ha voluto ringraziare pubblicamente il giocatore. L’uomo, ai  microfoni di Novizivot. net, ha spiegato l’importanza del gesto del rossonero: “Dobbiamo davvero ringraziare Rebіc per questo meraviglioso gesto e per il grande sostegno finanziario che ci ha dato. Grazie anche ai frati della Dalmazia, gli amici di Rebic che ci ha consigliato. Grazie a loro, la città di Slavonski Brod ci ha aiutato. Così potremmo continuare con il lavoro iniziato lo scorso anno. Vorrei incontrare Rebic se ne avrò la possibilità. È un grande calciatore e ora ha anche dimostrato di essere un uomo grande e nobile”.