Home » Caos Acireale: mister e dirigenza si dimettono: “Subito aggressioni verbali dai tifosi”
News

Caos Acireale: mister e dirigenza si dimettono: “Subito aggressioni verbali dai tifosi”

acireale

Clamoroso quanto sta accadendo ad Acireale, dove la dirigenza e l’allenatore hanno deciso di andarsene dopo un duro confronto avvenuto ieri con i tifosi. La contestazione è nata dopo la sesta sconfitta consecutiva in trasferta, non ultima quella contro il Rende, con l’Acireale che è sceso al quarto posto in classifica nel girone I della serie D.

LEGGI ANCHE:
La Bild è sicura: Jurgen Klopp allenerà la Germania, ma solo…
Dai morsi ai pizzicotti, Luis Suarez ci ricasca: la “vittima” è Rudiger (VIDEO)
Mirabelli rivela: “Che lite tra Bonucci e Kessié! Ibra a Sanremo? Roba da scapoli e ammogliati”

Dirigenti e allenatore si dimettono dopo contestazione

La notizia è arrivata attraverso un comunicato ufficiale apparso sui social: “Non è stato ripagato il cospicuo impegno profuso e il lavoro messo a disposizione di una crescita collettiva: con grande amarezza si constata che le scelte intraprese per il bene dell’Acireale Calcio abbiano creato insuperabili problematiche ambientali. A seguito dell’incontro avvenuto nel pomeriggio odierno tra la tifoseria organizzata e l’Acireale Calcio, preso atto delle aggressioni verbali subite dal Direttore Generale, il Direttore Sportivo e il massimo sponsor, si comunica che a partire da giovedì 25 febbraio, dopo la gara interna con il Troina, la Società si disimpegnerà totalmente dalla gestione, cercando di intraprendere trattative inerenti alla cessione della stessa. Si comunica inoltre che, domani in panchina non siederà Giuseppe Pagana per espressa richiesta da parte dei gruppi organizzati, nonostante la preparazione del match sia stata da lui effettuata nei giorni scorsi”.

L’Acireale ha vissuto sicuramente periodi migliori. A inizi anni ’90 ha militato in serie B e nei primi anni 2000 ha lanciato come allenatore Walter Mazzarri. Altresì hanno vestito la maglia granata calciatori importanti che poi hanno calcato i campi di serie A come Arturo Di Napoli (ex Napoli e Inter) e Sergio Almiron (ex Juve e Fiorentina). Negli ultimi anni, però, il club ha vissuto diversi problemi finanziari che ne hanno decretato il fallimento più volte.