Sopravvissuto al disastro aereo della Chapecoense elude ancora la morte

Si chiama Erwin Tumiri, ed è uno dei sei sopravvissuti del terribile disastro aereo in cui nel 2016 perse la vita la quasi totalità della Chapecoense, squadra brasiliana in viaggio verso Medellin per disputare la finale di Copa Sudamericana. Tumiri era uno dei membri dell’equipaggio, ed in maniera miracolosa riuscì a salvarsi. Incredibilmente, a 5 anni di distanza, l’uomo è nuovamente scampato ad un’altra terribile tragedia: uno spaventoso incidente in bus in cui hanno perso la vita al momento ben 21 persone.

Poco meno di cinque anni dopo essere miracolosamente sopravvissuto al terribile disastro aereo che coinvolse i brasiliani della Chapecoense, Erwin Tumiri, 30 anni, elude incredibilmente ancora una volta la morte. L’uomo si trovava infatti in un bus che è precipitato lungo una collina vicino alla città boliviana di Cochabamba. Il bilancio della tragedia, avvenuta martedì mattina, è attualmente di 21 vittime. Più di 30 invece i feriti. Erwin, uno dei membri dell’equipaggio a bordo dell’aereo che portava la Chapecoense in Colombia, ha raccontato ai media locali della sua incredibile nuova fuga dalla morte.

Sopravvissuto Chapecoense elude ancora la morte

Mi sentivo un po’ assonnato e ascoltavo musica sul mio cellulare quando ho sentito alcune persone urlare – ha raccontato ai media locali – l’unica cosa che potevo fare era aggrapparmi al sedile di fronte a me, allargare le spalle e appoggiarmi al finestrino in modo da non muovermi mentre il pullman si ribaltava“. Poi ha aggiunto: “Sono rimasto cosciente per tutto il tempo e sono riuscito a strisciare fuori dal veicolo quando si è fermato“. Le sue condizioni sono buone: “Ho ferite al braccio e al momento non riesco a sollevarlo. Ma mi è stato detto che recupererò la mobilità a poco a poco. E ho uno squarcio sul ginocchio, ma questo è tutto“.

L’incidente

Più di 52 persone erano sull’autobus, che è precipitato per quasi 150 metri lungo un ripido terrapieno sulla strada che collega Cochabamba alla più grande città della Bolivia, Santa Cruz. È uscito di strada intorno all’una di notte di martedì in un’area conosciuta come El Canadon, nella Bolivia centrale. Il filmato della scena all’arrivo dei soccorritori mostrava il veicolo sdraiato su un fianco in una radura tra una fitta vegetazione. Il capo della polizia Jhony Corrales, parlando nella tarda serata di martedì, ha detto che 21 corpi erano stati recuperati ma che le ricerche erano ancora in corso. Tra i sopravvissuti, incredibilmente, anche Erwin Tumiri. L’uomo che ha ingannato due volte la morte.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti