L’amarezza di Keylor Navas: “Al Real non credevano del tutto in me”

Keylor Navas ha lasciato il Real Madrid ormai da quasi due anni ma non dimentica l’esperienza spagnola e soprattutto i tifosi blancos. Nel settembre 2019 l’asse Parigi-Madrid ha regalato un doppio colpo. Il portiere costaricano lascia il Bernabeu per diventare il numero 1 nel PSG e Alphonse Aréola vola nella capitale spagnola, per diventare il vice di Courtois. L’ultima stagione a Madrid non è stata semplice per Navas, ha dovuto infatti lottare proprio con l’estremo difensore belga per il ruolo da titolare, ma ora a Parigi ha ritrovato la continuità. Tutti, nella capitale francese, credono in lui. Una situazione diversa rispetto a quella di Madrid. Il portiere infatti ha ammesso che alcune volte, durante l’esperienza con il Real, non ha sentito il pieno sostegno del club.

L’amarezza di Keylor Navas: “Al Real Madrid non credevano del tutto in me”

Il costaricano torna a parlare dei blancos in un’intervista al sito ufficiale del club francese e racconta delle difficoltà incontrate a Madrid: “Sento l’affetto di tutti qui a Parigi. In Spagna ho avuto la sensazione che una parte del club non credesse pienamente in me. Sarò sempre eternamente grato ai tifosi del Real Madrid per il sostegno incondizionato che mi hanno mostrato e che mi dimostrano ancora oggi, nonostante io abbia cambiato squadra. E anche i miei compagni di squadra a Madrid hanno sempre creduto in me. Qui al PSG le cose sono un po’ diverse. Tutti credono in me e cerco di ripagare la loro fiducia in ogni partita”.

Durante l’intervista c’è tempo anche per parlare di Iker Casillas. Keylor è stato spesso paragonato allo spagnolo, soprattutto nei suoi primi anni al Real: Quando sono arrivato, non ho cercato di dimostrare di essere migliore di Iker e che la mia carriera avrebbe avuto più successo della sua. Ho semplicemente cercato di sfruttare al massimo l’opportunità che mi era stata data per lavorare sodo, con umiltà e per dare il massimo. Ed è anche quello che sono venuto a fare a Parigi: dare il massimo e vincere più trofei possibili con i miei compagni di squadra, per i tifosi e per la mia famiglia”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti