Home » Inter Miami, MLS avvia indagine sul trasferimento di Matuidi
News

Inter Miami, MLS avvia indagine sul trasferimento di Matuidi

matuidi indagine mls

Guai per l’Inter Miami di David Beckham. La MLS ha avviato un’indagine sul trasferimento di Blaise Matuidi dalla Juventus. La Major League Soccer vuole capire se siano state rispettavate tutte le norme, comprese quelle che fanno riferimento al budget salariale. Il francese è arrivato in Florida lo scorso agosto, a parametro zero. Ma il suo accordo è finito ora sotto la lente di ingrandimento della federazione statunitense, che ha confermato di aver avviato un’indagine. La MLS sta esaminando il contratto per determinare se il club di Beckham abbia infranto i regolamenti del campionato.

Inter Miami, MLS avvia indagine sul trasferimento di Matuidi

A confermarlo è la stessa federazione, tramite un comunicato: La Major League Soccer ha avviato una revisione formale sull’accordo dell’Inter Miami CF con il centrocampista Blaise Matuidi, cercando di capire in particolare se il contratto del giocatore rispetti le linee guida del regolamento e il budget salariale. MLS non farà ulteriori commenti fino al completamento delle sue indagini”.

In MLS sono previste limitazioni specifiche e rigorose sui salari. Nel 2007, infatti, è stata introdotta la cosiddetta “regola Beckham”, una legge che prende il nome dell’ex centrocampista perché introdotta in occasione del suo arrivo ai LA Galaxy. Questa, prevede che in ogni squadra del campionato ci siano fino a tre giocatori “designati”, a cui è consentito ricevere uno stipendio più alto rispetto al tetto salariale della squadra. Un tetto salariale che è fissato a 4,9 milioni di dollari, circa 4 milioni di euro. Nell’Inter Miami i giocatori designati sono Gonzalo Higuain, Rodolfo Pizarro e il giovane Matias Pellegrini. Matuidi dunque non risulta essere nell’elenco, ma sembra ci siano sospetti sul suo stipendio. Il 33enne ha vinto tre scudetti con la Juventus e quattro con il Paris Saint-Germain prima di volare negli Stati Uniti, oltre ad aver vinto la Coppa del Mondo nel 2018. Da quando è a Miami il francese ha totalizzato sedici presenze e un gol diventando uno dei perni della squadra di Becks.