Home » Milan-Napoli, Theo Hernandez attacca l’arbitro Pasqua via social, poi cancella il post
News

Milan-Napoli, Theo Hernandez attacca l’arbitro Pasqua via social, poi cancella il post

Theo Hernandez attacca Pasqua

Non devono proprio essere piaciute a Theo Hernandez le decisioni prese dall’arbitro Pasqua durante il big match di San Siro tra Milan e Napoli. La sconfitta di misura dei rossoneri li ha visti scivolare a -9 dall’Inter capolista e adesso per la squadra di Pioli lo Scudetto più che un sogno sembra sia diventato una chimera. Il terzino spagnolo, dopo lo 0-1 scaturito nel posticipo, ha inopinatamente scaricato la sua frustrazione contro il fischietto di Nocera Inferiore in un post Instagram poi cancellato.

La sconfitta casalinga del Milan contro il Napoli del grande ex Rino Gattuso nel posticipo di San Siro sembrerebbe proprio aver infranto i sogni Scudetto del club allenato da Stefano Pioli. Lo 0-1 firmato Politano ha portato i rossoneri a 9 lunghezze dall’Inter capolista e li vede ormai incalzati dalle inseguitrici nella lotta per un posto nella prossima Champions League. Come ogni big match che si rispetti non sono mancate le polemiche, con il Milan che si è lamentato dell’arbitraggio del direttore di gara Pasqua, reo di alcune decisioni non condivise. Una su tutte, un possibile rigore per fallo di Bakayoko su Theo Hernandez, negato dal fischietto campano anche dopo il controllo Var. Il terzino spagnolo non l’ha affatto presa bene, e su Instagram ha pubblicato una storia che potrebbe costargli molto cara.

Theo Hernandez attacca Pasqua

Nel corso della notte Theo Hernandez ha pubblicato una storia su Instagram in cui attacca in maniera diretta l’arbitro Pasqua. Sopra una foto del direttore di gara campano che gli fa cenno con la mano di rialzarsi, l’esterno mancino ha aggiunto delle emoticon molto esplicative: quattro con la faccina che rigetta e una con il classico volto con la mano sul viso. Pochi istanti dopo il post è stato rimosso, ma non è ovviamente sfuggito al popolo del web. Un’uscita alquanto infelice che adesso potrebbe addirittura costare una squalifica al terzino spagnolo.

Ecco il POST incriminato: