Home » Obi Mikel solleva il coperchio sulla “f****** disgrazia” di Stamford Bridge del 2009
News

Obi Mikel solleva il coperchio sulla “f****** disgrazia” di Stamford Bridge del 2009

Obi Mikel Stamford Bridge 2009

Una serata di Champions League ribattezzata a caldo da Didier Drogba come una “fottuta disgrazia” che vide il Chelsea estromesso in semifinale di Champions League a causa anche e soprattutto delle clamorose sviste dell’arbitro Tom Henning Ovrebo. Al termine di quella famosa partita negli spogliatoi di Stamford Bridge successe veramente di tutto, e il centrocampista nigeriano dei Blues John Obi Mikel ha svelato a The Athletic alcuni retroscena della serata londinese.

John Obi Mikel ha sollevato il coperchio su quanto accadde nello spogliatoio del Chelsea pochi istanti dopo la controversa eliminazione in semifinale di Champions League per mano del Barcellona nel 2009. Una sfida che terminò 1-1 in virtù delle reti di Essien in apertura e di Iniesta in pieno recupero che regalò la finale di Roma ai catalani. Protagonista in negativo di quella serata fu l’arbitro norvegese Tom Henning Ovrebo, reo di aver negato almeno quattro nitidi rigori ai Blues allora allenati da Guus Hiddink. Un Ovrebo che alcuni anni dopo ammise di aver commesso diversi errori durante quella serata. Quell’incontro fu bollato a caldo da Didier Drogba come una “fottuta disgrazia“. Obi Mikel ha svelato quanto successe negli spogliatoi di Stamford Bridge dopo quella controversa partita del 2009.

Obi Mikel e gli infuocati spogliatoi di Stamford Bridge nella serata del 2009

Il centrocampista nigeriano ha spiegato a The Athletic: “Dopo quella partita, nel tunnel e negli spogliatoi è stato il caos. Bottiglie, cose che volavano ovunque. I tavolini che venivano distrutti. Tutti gridavano e urlavano“, ha aggiunto. Poi ha continuato: “Non so adesso, ma perdere allora era decisamente inaccettabile per noi…ma quella è stata una notte davvero pazza“. Dalle parole infuocate di Drogba alle rimostranze di giocatori, allenatore e dirigenza dei Blues, quella fu una serataccia per l’arbitro Ovrebo. Il quale alcuni anni dopo ha ammesso le sue colpe: “Nell’arco di due ore sono passato dall’essere un arbitro abbastanza rispettato a diventare il più grande sciocco del calcio internazionale“. Vallo a spiegare a Drogba…