Home » Goal fantasma Ronaldo, l’arbitro Makkelie si scusa: “Mi sento in imbarazzo”
News

Goal fantasma Ronaldo, l’arbitro Makkelie si scusa: “Mi sento in imbarazzo”

goal fantasma Ronaldo Makkelie

Continua a far discutere l’episodio del goal fantasma negato a Cristiano Ronaldo nei minuti di recupero della sfida tra il suo Portogallo e la Serbia. Una rete che sarebbe valsa la vittoria per i lusitani, che invece a causa della svista arbitrale si sono dovuti accontentare solo di un pareggio. Intercettato da A Bola, l’arbitro della sfida, l’olandese Danny Makkelie, ha rivelato di essersi scusato con l’allenatore dei portoghesi Fernando Santos.

Tutto quello che posso dire è che mi sono scusato con l’allenatore della nazionale Fernando Santos e con la squadra portoghese per quello che è successo. Come squadra arbitrale lavoriamo sempre duramente per prendere buone decisioni. Quando ci sono situazioni del genere non siamo di certo felici“. Così l’arbitro Danny Makkelie ha parlato al quotidiano portoghese A Bola riguardo al goal fantasma negato a Cristiano Ronaldo allo scadere della sfida tra Serbia e Portogallo valida per le qualificazioni ai Mondiali in Qatar del 2022. Un episodio che ha mandato su tutte le furie l’asso della Juventus (il quale si è tolto la fascia da capitano lanciandola violentemente a terra) e il resto della Nazionale Lusitana.

Goal fantasma Ronaldo, Fernando Santos conferma le scuse di Makkelie

Il commissario tecnico del Portogallo Fernando Santos ha confermato che dopo il fischio finale l’arbitro Makkelie si è scusato negli spogliatoi per quanto accaduto, dichiarandosi “imbarazzato“. “L’arbitro si è scusato con me negli spogliatoi e mi ha confidato di essere imbarazzato“, ha dichiarato Santos. “Ero nello spogliatoio con lui e si è scusato“. Determinante, nell’errore arbitrale, l’assenza del Var e soprattutto della Goal Line Technology. Una mancanza davvero inspiegabile in partite di questo livello e di questa importanza.