Home » Caso Valbuena, Benzema a processo a ottobre: cosa rischia
News

Caso Valbuena, Benzema a processo a ottobre: cosa rischia

Benzema Valbuena processo

Novità nel caso Valbuena. Le date del processo a Karim Benzema sono state ufficializzate. Dopo ben sei anni dallo scandalo sextape, l’attaccante sarà processato dal tribunale di Versailles dal 20 al 22 ottobre 2021. Il campione del Real Madrid, accusato di “complicità in tentato ricatto”, rischia 5 anni di carcere.  Benzema, che si è sempre dichiarato innocente, ha già commentato la notizia tramite i social: “Finalmente, che questa farsa si concluda una volta per tutte”.

Caso Valbuena, Benzema a processo a ottobre: rischia 5 anni di carcere

Tutto ha inizio nel 2015, quando Mathieu Valbuena viene ricattato da alcuni delinquenti. Questi minacciavano di render pubblico un suo video hard. Qui entra in gioco Benzema, che ‘consiglia’ all’allora compagno di nazionale di pagare i ricattatori. I due erano in ritiro con la Francia, a Clairfontaine, e l’attaccante blancos, stando agli atti processuali, avrebbe detto al centrocampista: “Attenzione, Mathieu, sono veri delinquenti”. Il campione del Real ha sostenuto che voleva aiutare il compagno, ma per l’accusa si trattava invece di “pressione dolosa”. Benzema è stato così indagato come possibile complice. Solo qualche mese fa, il caso era stato chiuso per mancanza di prove, ma ora sarebbero emerse importanti novità ed è stato riaperto. Il centravanti dovrà quindi presentarsi davanti al giudice a ottobre. Alla luce di queste informazioni, Karim ha pubblicato un commento sul proprio profilo Instagram: “Finalmente, che la farsa si concluda una volta per tutte”. 

Il francese ha sempre difeso la sua innocenza fin dall’apertura del caso, nel 2015. L’attaccante e Valbuena, proprio per questo scandalo, erano anche stati esclusi dalla nazionale francese. Nel frattempo in Francia, come riporta As, il caso continua ad attirare l’attenzione dei media e non solo. Diversi politici, tra cui il presidente Emmanuel Macron, hanno criticato Benzema e difeso la decisione di Didier Deschamps di rimuoverlo dalla nazionale. Molti invece, tra cui Zidane, pensano sia innocente e chiedono il suo ritorno in nazionale. Il c.t. dei Blues, invece, non ama parlare del centravanti e l’ha dimostrato anche dopo la vittoria contro il Kazakistan. A un giornalista che chiedeva proprio di Benzema, Deschamps ha risposto: “Oh no! Anche qui! Andiamo, restiamo sulle altre domande. Qualcuno te l’ha sussurrato! È stato un giornalista francese a sussurrarti la domanda”.