Home » Vendevano droga con il marchio CR7: arrestati due trafficanti a New York
News

Vendevano droga con il marchio CR7: arrestati due trafficanti a New York

droga marchio cr7

Cristiano Ronaldo è uno degli sportivi più pagati al mondo. Il suo patrimonio però non deriva solamente dal ricco stipendio della Juventus, ma anche da diverse sponsorizzazioni e dalle sue imprese. Il marchio CR7 è ormai inconfondibile e frutta diversi milioni. Nato inizialmente come linea di biancheria intima, si è poi evoluto con una produzione più ampia, che comprende vestiti, scarpe, profumi e non solo. Il portoghese ha scelto di diversificare, investendo nel campo del turismo, con la catena di alberghi extra-lusso Pestana CR7, nel settore del fitness, con le palestre CR7 Fitness e nel business dei trapianti, con la Insparya Hair Company per i trapianti di capelli, ciglia e barba. Un marchio così famoso che in molti lo sfruttano senza autorizzazione, anche per loschi affari. Gli ultimi in ordine di tempo sono due trafficanti di droga di New York che vendevano stupefacenti con l’acronimo CR7.

Vendevano droga con il marchio CR7: arrestati due trafficanti a New York

Gli agenti della Grande Mela, come spiegato in una dichiarazione della polizia, hanno fatto irruzione nell’appartamento di due uomini nel Queens e hanno sequestrato più di 50 chili di cocaina con il marchio CR7: “Più di cinquanta chilogrammi di cocaina sono stati recuperati lunedì pomeriggio da un appartamento al settimo piano in un complesso residenziale nel Queens. Investigatori e agenti hanno arrestato due persone e recuperato una pistola carica e più di 200 mila dollari, oltre al sequestro di 50 chilogrammi di cocaina, come parte di una droga sotto inchiesta da membri della Control Administration of United States Drugs (DEA), Ufficio del procuratore speciale degli stupefacenti (SNP) e della polizia di Stato di New York (NYSP)”. 

La polizia ha monitorato a lungo i due, fino a che non ha ottenuto un mandato di perquisizione: “Gli agenti hanno monitorato l’auto parcheggiata nel Queens e hanno osservato uno degli indagati vicino all’appartamento. È stato poi ottenuto ed eseguito un mandato di perquisizione per l’appartamento. Vi sono state trovate cinquanta confezioni da un chilo intatte con il caratteristico marchio “CR7”, contenenti cocaina. Migliaia di dollari, armi da fuoco e materiali comunemente usati nella distribuzione su larga scala di stupefacenti sono stati recuperati anche dall’armadio e altrove nell’appartamento, compresi sacchetti sottovuoto, sigillatrici sottovuoto, film termoretraibile e macchine per il conteggio dei soldi”.