Tottenham, spogliatoio diviso tra “Welsh Mafia” e argentini

Ogni spogliatoio ha i suoi segreti: rivalità, antipatie, gruppetti, problemi con il tecnico. E non sempre questi vengono a galla. Juan Foyth, però, ha svelato qualche curiosità sullo spogliatoio del Tottenham. Il difensore Spurs, in prestito al Villarreal per la stagione 2020/21, in un’intervista a 90min. es ha parlato del tecnico Mourinho ma anche dei gruppetti che si sono creati in squadra, dalla “Welsh Mafia” agli argentini. Foyth è arrivato a Londra nel 2017, dall’Estudiantes, ed è stato lentamente integrato nella squadra grazie a Mauricio Pochettino. Nella stagione 2019-20 si pensava diventasse il terzino destro di prima scelta degli Spurs, ma un infortunio nel pre-campionato ha stravolto tutti i piani. 

Tottenham, spogliatoio diviso tra “Welsh Mafia” e argentini

L’argentino è riuscito a tornare in squadra quando Pochettino era già stato esonerato e Josè Mourinho era diventato il nuovo tecnico Spurs. Nonostante una buona partenza con il portoghese, Foyth non è più sceso in campo dopo l’errore nel gol del pareggio con il Norwich a dicembre 2019. Poi è arrivato il prestito al Villareal. Nel frattempo, Mourinho è stato oggetto di pesanti critiche per la stagione deludente degli Spurs, ma il difensore insiste sul fatto che lo Special One abbia uno stretto legame con la squadra: “Penso che nel documentario del Tottenham l’abbia detto, tutti pensano che sia una persona cattiva. Ma no, la verità è che è con il gruppo, è molto vicino al gruppo. Parla molto con tutti i giocatori. È stata una sorpresa per me quando è arrivato. È molto bravo”. 

Il difensore scherza poi sul rapporto con i compagni di squadra del Tottenham. Foyth ha mantenuto un forte rapporto con i due connazionali, Erik Lamela e Giovani Lo Celso, ma parla anche di una certa “Mafia Gallese”. Dopo la partenza del 23enne, a Londra sono arrivati Bale e Rodon, entrambi gallesi, come Davies. Il trio è diventato famoso come la “Welsh Mafia”. A loro si è aggiunto anche Son, nominato gallese ad honorem dai compagni. Ma non è l’unico gruppetto dello spogliatoio. Ci sono anche gli argentini che, secondo Foyth, potrebbero battere il contingente gallese in una sfida, grazie al loro leader Lamela: “Li avremmo battuti. A parte il fatto che Coco (Lamela) va a cercarli. È molto duro. Quando si arrabbia, va a cercarli come un matto. Fuori dal campo sì, abbiamo un ottimo rapporto, siamo amici”. 

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti