Superlega, Betis elimina i 3 club spagnoli dalla classifica del proprio sito

La nascita della Superlega ha scosso il mondo del calcio. Dodici top club europei hanno dato vita a una nuova competizione europea, scatenando l’ira di FIFA, UEFA e Federazioni. Nelle ultime ore le notizie si susseguono come le scosse di un terremoto, ma si susseguono anche le reazioni da tutto il mondo. In Spagna, ad esempio, c’è chi si porta già avanti. Il Real Betis non ha perso tempo e ha eliminato i tre club spagnoli di Superlega dalla classifica del proprio sito web ufficiale

Superlega, Betis elimina i 3 club spagnoli dalla classifica del proprio sito

Tra i dodici fondatori della Super League, ci sono tre club iberici: Atletico Madrid, Barcellona e Real Madrid. Club, che per il Betis non fanno già più parte del campionato spagnolo. La società di Siviglia ha eliminato infatti le tre squadre dalla classifica pubblicata sulla home page del sito ufficiale del club. Con la scomparsa di Atletico, Barca e Real, il Betis si ritrova così al terzo posto invece che sesto. Senza i tre club di Superlega, il Siviglia guiderebbe la classifica di Liga, seguito da Villareal e dai cugini del Betis. Questi club, rappresenterebbero quindi la Spagna in Champions League. Facendo clic sulla sezione della classifica completa, i tre club omessi tornano al loro posto e la classifica torna alla normalità.

Stamattina la Liga, attraverso un comunicato, ha espresso il proprio dissenso verso la nuova competizione: “La Liga condanna fermamente la proposta recentemente pubblicata per una competizione europea separatista ed elitaria che attacca i principi della competizione aperta e del merito sportivo che sono al centro della piramide calcistica nazionale ed europea. Oggi i tifosi di tutta Europa possono sognare che il loro club, indipendentemente dalle dimensioni, possa eccellere, scalare la vetta e competere all’apice del calcio europeo. La Liga difende questa tradizione europea del calcio per tutti. Il concetto proposto da 12 europei club distrugge quel sogno, ammettendo solo pochi elite. La nuova massima competizione europea proposta non è altro che una proposta egoista, progettata per arricchire ulteriormente i già super ricchi. Minerà il fascino dell’intero gioco e avrà un impatto profondamente dannoso sull’immediato e sul futuro della Liga, il suo club membri e tutto l’ecosistema calcistico”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti