Superlega, l’ironico gran rifiuto del Leganes: “Ci rifiutiamo di partecipare, non insistete”

Continuano ad arrivare alla spicciolata reazioni da ogni parte del mondo all’annuncio ufficiale della creazione della nuovissima Superlega. Una competizione elitaria che vedrà sfidarsi 12 top club europei e che di fatto potrebbe segnare l’inesorabile declino dell’iconica Champions League. Una cosa però è certa: dopo quelli di Bayern Monaco e Borussia Dortmund è arrivato anche il “gran rifiuto” del piccolo Leganes. La squadra spagnola ha voluto così ironicamente opporsi alla costituzione del nuovo torneo.

Cominciano ad arrivare i primi “no” alla partecipazione alla nuova Superlega europea, competizione ufficialmente annunciata domenica sera dai 12 club fondatori, tra cui Juventus, Inter e Milan. Ma se il rifiuto alla Superlega di squadre dal grande blasone come Bayern Monaco e Borussia Dortmund ha un peso specifico importante all’interno delle polemiche che il nuovo torneo sta scatenando, quello decisamente ironico del piccolo Leganes strappa un sorriso e rende meno pesante l’aria che si respira al momento nel mondo del calcio. La squadra spagnola ha voluto ufficializzare su Twitter che non parteciperà, pregando i club fondatori di non insistere nel chiedere un loro ingresso nella nuova competizione.

Superlega, arriva il “rifiuto” del Leganes

Il Leganes ha voluto prendere ironicamente l’annuncio della costituzione del nuovo campionato per club d’elitè europei. Tramite il proprio profilo Twitter il club spagnolo, che attualmente milita in Segunda Division, ha annunciato che non prenderà parte alla competizione: “COMUNICATO UFFICIALE Il Leganes rifiuta di partecipare alla Superlega“, si legge nel post social. “Per favore, non insistete. Domani abbiamo una partita molto importante Leganes-Ponferradina. Grazie“. Niente da fare dunque per chi sperava di vedere un Liverpool-Leganes o un Leganes-Juventus. Gli spagnoli, nella prossima Superlega, non ci saranno.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti