Superlega, Perez: “Psg, Bayern e Dortmund non invitati”. Ma un documento lo sbugiarda…

Da quando nella tarda serata di domenica ne è stato dato l’annuncio, non si fa altro che parlare e litigare sulla creazione della Superlega, nuova competizione a cui hanno aderito 12 tra le più grandi squadre d’Europa. Tra i club fondatori non figurano però tre blasonatissime compagini del Vecchio Continente: Paris Saint-Germain, Bayern Monaco e Borussia Dortmund. Il club francese e le due tedesche avrebbero infatti declinato la proposta decidendo di rimanere fedeli all’Uefa. Non secondo il neo presidente della Superlega Florentino Perez, il quale lunedì ha dichiarato che a questi tre club in realtà non era stato mandato alcun invito. Una dichiarazione prontamente sbugiardata da un documento scovato dai media tedeschi.

Il Psg non è stato invitato, almeno fino ad oggi. Con i club tedeschi invece non abbiamo proprio parlato. Ora siamo 12 club, vogliamo diventare 15. Se il Psg e il Bayern Monaco rifiutano di partecipare, la Superlega non sarà cancellata. Sono str*****“. Parole e musica di Florentino Perez, numero 1 del Real Madrid e primo presidente della neonata European Superleague, competizione per club d’elitè europei annunciata domenica in tarda serata e che tanto sta facendo discutere. Perez ha parlato alla tv spagnola della Superlega negando di fatto che a Psg, Bayern e Dortmund sia stato chiesto di partecipare. Peccato però che i media tedeschi, e nello specifico la rivista Der Spiegel, abbiano sbugiardato il patron delle Merengues grazie ad un documento.

Superlega: Perez e la menzogna su Psg, Bayern e Dortmund

Nel documento ritrovato dalla rivista tedesca, si legge chiaramente: “ll Consiglio di amministrazione della società Super League, non appena possibile dopo questa data di accordo, offre a ciascuno dei tre seguenti club (ognuno di loro è un fondatore aggiuntivo proposto) la possibilità di partecipare: il Paris Saint Germain ha quattordici giorni di tempo dalla data in cui viene inviata la proposta pertinente. Il Bayern Monaco, trenta giorni di calendario. Il Borussia Dortmund, trenta giorni di calendario“. La proposta di partecipazione alla neonata Superlega dunque, era stata effettivamente fatta, nonostante la smentita in diretta tv di Perez. Bayern Monaco e Borussia Dortmund, al pari del Psg, hanno però rifiutato rimanendo fedeli alla linea della Uefa. La battaglia scatenata dall’annuncio della nuova Lega è appena iniziata, e sarà senza esclusione di colpi.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti