Manchester United, infuria la protesta contro i Glazers: bruciate bandiere americane

I Glazers, proprietari americani del Manchester United, non sono mai stati molto popolari tra i tifosi dei Red Devils da quando nel 2014 hanno preso in mano il club. Ma i sentimenti di riluttanza nei loro confronti sono aumentati a dismisura dopo che lo United è stato costretto a fare marcia indietro dal piano di unirsi alla Super League insieme al resto delle cosiddette “Big Six” della Premier League. Sabato, nei pressi di Old Trafford, più di 1000 sostenitori del Man Utd si sono radunati e hanno veementemente protestato contro la proprietà a stelle e strisce.

Infuria la protesta dei tifosi del Manchester United contro i Glazers, famiglia americana proprietaria del club dal 2014. Sabato pomeriggio più di 1000 sostenitori del club si sono ritrovati sul piazzale fuori dall’ingresso principale di Old Trafford palesando il loro enorme disappunto nei confronti della proprietà, soprattutto dopo la breve ma intensa telenovela riguardante la Super League. I tifosi hanno cantato ‘Glazers Out‘, e molti di loro tra la folla indossavano sciarpe decorate con l’hashtag #GlazersOut. Alcuni hanno avvolto una delle sciarpe intorno al collo della statua della Santissima Trinità mentre altri lanciavano fumogeni giallo-verdi.

La protesta dei tifosi del Manchester United contro i Glazers

Durante la protesta, qualche tifoso ha anche simbolicamente bruciato una bandiera americana per dichiarare apertamente tutto l’odio contro la proprietà Usa dei Red Devils. I fan sarebbero pronti a ripetere la contestazione in occasione della sfida dello United contro il Liverpool in programma domenica prossima, 2 Maggio. L’ostilità nei confronti dei Glazers non era stata mai nascosta dai sostenitori del club, ma in questi giorni sta raggiungendo il suo apice.

La protesta del 2 Maggio

Un portavoce degli organizzatori ha dichiarato: “Tutte le conseguenze delle azioni della proprietà piena di debiti sono tornate a casa nell’ultima settimana, con i loro vergognosi piani di allontanarsi dalle nostre radici nel calcio inglese e allontanarsi dalla nostra storia e tradizione nella Coppa dei Campioni. Il piano vergognoso è stata una diretta conseguenza di una struttura proprietaria che è tutta una questione di soldi e non di tifosi. I tifosi uniti chiedono il cambiamento. L’ultima settimana ha mostrato ai Glazers che il futuro che sognavano per il Manchester United non è possibile e non accadrà mai. Non ci sarà mai un momento migliore per cedere la maggioranza alle uniche persone che hanno a cuore gli interessi a lungo termine del club: i tifosi dello United. Chiediamo a tutti i tifosi dello United di riunirsi sul piazzale alle 14:00 (domenica 2 Maggio ndr), prima della partita del Liverpool“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti