Home » Monaco-Lione, tensione nel finale: maxi rissa e cinque espulsi
News

Monaco-Lione, tensione nel finale: maxi rissa e cinque espulsi

Monaco Lione rissa

Succede di tutto nella sfida tra Monaco e Lione in Ligue 1. La squadra monegasca perde 3-2 sul finale e mette praticamente fine ai sogni del titolo mentre la formazione di Rudi Garcia, grazie ai tre punti conquistati, ravviva le speranze Champions League. Una partita ricca di emozioni: cinque gol ma anche cinque espulsi. Il primo a vedere il cartellino rosso è Maxence Caqueret del Lione, che è costretto a lasciare il campo a 20 minuti dalla fine. Poi, prima del triplice fischio finale, altre quattro espulsioni. Il direttore di gara manda sotto la doccia Mattia De Sciglio, Marcelo, Pietro Pellegri e Willem Geubbels. In campo, infatti, si è scatenata una maxi rissa tra giocatori e staff di entrambe le squadre. Una rissa incontrollabile che si è conclusa con 4 cartellini rossi. 

Monaco-Lione, tensione nel finale: maxi rissa e cinque espulsi

Allo Stade Louis II, è il Monaco ad aprire le marcature con Kevin Volland. Il Lione però, grazie alle reti di Depay e Marcelo, riesce prima a pareggiare e poi a ribaltare il risultato. Il rigore realizzato da Wissam Ben Yedder riaccende le speranze della formazione di Niko Kovac, ma il 17enne Rayan Cherki su assist di De Sciglio chiude la partita all’89 e ravviva le speranze europee del Lione. Nel recupero, però, succede di tutto. Si scatena una maxi rissa tra giocatori e staff di entrambe le squadre e, alla fine, il direttore di gara decide di espellere quattro calciatori. Due per il Monaco (Geubbels e l’ex Genoa Pietro Pellegri), e due per il Lione (De Sciglio e Marcelo). 

Il big match della 35esima giornata di Ligue 1 si conclude così in rissa. Il Lione, grazie al successo dello Stade Louis II, è ora al quarto posto in classifica a 70 punti. Per il Monaco, invece, il risultato è un duro colpo. Il club monegasco, terzo in classifica dietro a Lille e Paris Saint-Germain, abbandona quasi definitivamente il sogno titolo.