Campionato Primavera: Top 5 della 21esima giornata

La 21esima giornata del campionato Primavera ha regalato non poche emozioni e partite al cardiopalma. Un esempio è stato lo scontro al vertice tra Juventus e Roma. Con un pareggio strappato al fotofinish i bianconeri si avvicinano alle zone calde della classica, mentre all’altra parte i giallorossi inseguono l’Inter distante solo due lunghezze. Proprio gli uomini di mister Madonna si sono imposti sul Sassuolo con un rocambolesco 3-2. Sempre nella giornata di sabato si sono affrontati Ascoli e Torino, fanalini di coda del campionato. I granata portando a casa i tre punti sperano di agganciare la Lazio a 19 punti, anche se i biancocelesti hanno una partita da recuperare. Dal canto loro nel posticipo i capitolini hanno annientato la Fiorentina con un secco 5-0. Una piccola gioia, dopo l’amara sconfitta in Coppa Italia, persa proprio contro i viola.

Campionato Primavera: alla doppietta di Mattioli risponde Satriano

Al comunale Ernesto Breda l’Inter ha bisogno di una vittoria per continuare la cavalcata al titolo. Sul loro cammino si presenta il Sassuolo che dopo dieci minuti passa in vantaggio. Azione da manuale dei neroverdi che con una serie di scambi veloci imbucano in area Mattioli che trafigge il portiere con un missile sotto al sette. Poco dopo i neroazzurri pareggiano i conti con un’incornata da calcio piazzato di Sottini. Prima dell’intervallo Satriano firma il sorpasso dell’Inter girando in porta un pallone che attraversa tutta l’area. Nella ripresa sempre Satriano viene atterrato da Manarelli e l’arbitro decreta il penalty. Dal dischetto si presenta Fonseca che spiazza Zacchi e timbra il tris dei padroni di casa.

Gli emiliani non sono ancora morti e due minuti più tardi ci pensa nuovamente Mattioli. Distrazione della difesa neroazzurra, Paz ruba palla e crossa un cioccolatino per la testa del numero dieci neroverde che deposita la palla nell’angolino. La partita continua ad essere ricca di emozioni ed occasioni da entrambe le parti. Mattioli e Satriano sono gli uomini più pericolosi. Dopo 7 minuti di recupero arriva il triplice fischio che manda tutti negli spogliatoi. Satriano e compagni sono riusciti a guadagnare tre punti d’oro e grande merito va proprio all’uruguagio: goal del sorpasso e rigore guadagnato. Tra le fila del mister Bigica, Mattioli ha dato l’anima per la squadra e ha dimostrato di saper segnare in tutti i modi: prima goal di potenza e dopo stacco imperioso. Proprio loro due sono i primi a meritarsi un posto nella Top 5.

Campionato Primavera: la riprendono Cerri e Riccio!

Juventus-Roma è la partita di punta di questa 21esima giornata. Ovviamente non tradisce le attese. Gli ospiti partono a mille: al quarto d’ora della prima frazione Zalewski rimette al centro un pallone destinato a finire sul fondo e Afena Gyan gira al volo battendo Garofani. La Juve cerca il pareggio e ci va vicino con un colpo di testa di Riccio che termina di poco a lato. Nella ripresa i bianconeri continuano a spingere ma è la Roma che concretizza. Una serie di rimpalli favorisce di nuovo Afena Gyan che incrocia il tiro, sulla respinta si avventa Podgoreanu che nella mischia appoggia in rete. Dopo molte azioni insistite arriva il goal che accorcia le distanze. Iling Junior mette un cross rasoterra che passa tra le maglie giallorosse e arriva sui piedi di Cerri. L’attaccante subentrato nel secondo tempo segna un goal tanto facile quanto importante.

I padroni di casa premono sull’acceleratore e Boer, portiere romanista, è chiamato a salvare il risultato. Purtroppo per lui non può fare nulla sul goal del 2 a 2. Al minuto 93 e 49 secondi dei quattro minuti concessi dal signor Acanfora, Cerri riceve palla spalle alla porta e serve il capitano bianconero Alessandro Riccio che di prima intenzione fulmina l’estremo difensore. La Juve guadagna un punto fondamentale, considerando come si era indirizzato il match.

Il bomber Cerri si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato dalla panchina. Dal suo ingresso in campo c’è stata la svolta: goal del momentaneo meno uno e assist per il pareggio di Riccio. Il numero sei juventino, che di mestiere fa il difensore centrale, nei minuti finali è diventato un attaccante aggiunto e il suo peso si è sentito. Il terzo membro di questa Top 5 è Leonardo Cerri, ma anche il buon Riccio merita una menzione di elogio.

Campionato Primavera: Vianni tiene vive le speranze granata

Nella zona bassa classifica la lotta per uscire dalle zone pericolose si fa sempre più agguerrita. Alle 15esimo in quel di Ascoli, la squadra padrone di casa affronta il Torino. Un match che i granata devono vincere a tutti i costi, se vogliono riacciuffare la Lazio. La partita è equilibrata, emozioni da entrambe le parti, ma il risultato resta inchiodato sullo zero a zero per più di un’ora.

L’eroe di giornata è Samuele Vianni. Entra nella ripresa e crea il panico. Fornisce vari assist che i compagni non sfruttano a dovere. Quindi il classe 2001 decide di risolverla da solo. A dieci minuti dal fischio finale, sugli sviluppi di un corner avversario, i granata recuperano palla e scattano in contropiede. Vianni viene servito a metà campo e punta il portiere. Il numero uno bianconero tenta l’uscita ma il giocatore del Toro è lesto a superarlo e a depositare il pallone in rete. Un goal che dimostra pienamente le sue preziosi doti tecniche e da velocista: non a caso viene aggregato ripetutamente con la prima squadra. Ovviamente Vianni si aggiunge alla lista dei Top 5, soprattutto per la pesantezza della sua marcatura in una partita così delicata.

Campionato Primavera: la Lazio si prende la rivincita contro la Fiorentina

La partita conclusiva di questa 21esima giornata ricca di emozioni è tra Lazio e Fiorentina. Le due squadre si erano affrontate in settimana per decretare la vincitrice della Coppa Italia. I viola si erano imposti per 2-1 alzando il trofeo al Tardini di Parma. Si vede che i biancocelesti non hanno digerito facilmente la sconfitta: ben 5 i goal inflitti alla banda di Mister Aquilani. Ad aprire le danze è Castigliani, che sfrutta un errore difensivo della Fiorentina e a porta vuota scaraventa la palla sotto la traversa.

Nel raddoppio laziale c’è ancora una volta lo zampino di Castigliani. Infatti il diciassettenne innesca il contropiede che porta Novella a tu per tu con il portiere viola, trafitto da una rasoiata che si infila sotto le gambe. In chiusura nei primi 45′ Shehu buca Luci con una torsione di testa da calcio d’angolo. Il dominio della Lazio continua nel secondo tempo. Al tabellino dei marcatori si aggiungono Marino, che estrae l’asso dal mazzo con un goal capolavoro all’incrocio dei pali, e di Nimmermeer, che deve solo spingere a rete un pallone facile fornito da Moro.

Il man of the match è senza dubbio Castigliani. Il giovane 2003 ha creato scompiglio sin da subito e ha fatto passare un brutto pomeriggio alla difesa gigliata. Oltre al goal ha preso parte ad ogni azione offensiva degli aquilotti. La traversa gli ha negato la gioia di una doppietta e infine ha scaturito l’espulsione di Neri costringendo la viola a giocare con un uomo in meno. Il più piccolo in mezzo al campo ha saputo farsi rispettare e i ragazzi della Fiorentina se lo sogneranno anche la notte. Castigliani si guadagna dunque l’ultimo posto in questa Top 5, chissà se continuerà con questo trend positivo.

Per rimanere aggiornati sul Campionato Primavera, seguite la pagina Instagram Bomber Made in Italy.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti