Gaffe di stampo razzista, Jens Lehmann silurato da Hertha Berlino e Sky Germania

L’ex portiere della Nazionale Tedesca Jens Lehmann è stato licenziato in tronco dall’Hertha Berlino, squadra in cui ricopriva un ruolo dirigenziale, e da SkySportDeutschland, emittente con la quale collaborava come opinionista. Il motivo? Un messaggio Whatsapp inviato per errore a Dennis Aogo, ex terzino della Germania di origini nigeriane. Un messaggio, quello inviato da Lehmann, che conteneva frasi di stampo razzista.

Credeva di inviare un messaggio Whatsapp ad un funzionario di SkySportDeutschland, invece l’ha mandato erroneamente a Dennis Aogo, suo ex compagno di Nazionale con la maglia della Germania ed ora opinionista per l’emittente sportiva. Peccato che il messaggio contenesse una frase alquanto discriminatoria in tema di razzismo. Per questo la stessa SkySport ha deciso di licenziare in tronco Jens Lehmann, ex portiere di Arsenal e Borussia Dortmund con una breve parentesi italiana al MIlan. L’ex estremo difensore tedesco, oggi 51enne, nel messaggio voleva chiedere al funzionario di SkySport se Aogo fosse per l’emittente “il nero per rispettare le quote“. Parole deprecabili che sono state in seguito rese pubbliche dallo stesso Aogo.

Frase razzista, Lehmann si scusa con Aogo

Aogo ha pubblicato lo screenshot del messaggio rispondendo a Lehmann in maniera molto sorpresa: “Wow, sei serio? Il tuo messaggio era davvero destinato a me?“. L’ex portiere ha tentato di correre ai ripari con una telefonata di scuse: “Se ritieni che le mie parole siano irrispettose, ti chiedo di perdonarmi. Non è assolutamente quello che volevo scrivere. Sei eccellente nel ruolo di commentatore“, aggiungendo poi di essersi pentito. Scuse tardive e non sufficienti, soprattutto in un periodo come questo in cui gli episodi di razzismo nel mondo del calcio si susseguono ricevendo unanimi e giuste condanne.

Anche l’Hertha silura Lehmann

Contestualmente anche l’Hertha Berlino, squadra per cui Lehmann lavorava come dirigente tramite la società di consulenza Tennor Holding, ha deciso di sollevare l’ex portiere dal suo incarico. Il presidente del club Werner Gegenbauer ha dichiarato, riferendosi al messaggio dell’ex portiere: “Tali dichiarazioni non corrispondono in alcun modo ai valori per i quali Hertha BSC si batte e si batte attivamente. Hertha BSC prende le distanze da ogni forma di razzismo“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti