Bolivia, il Royal Pari gioca in 7: prende 3 gol in 8 minuti, poi il fischio finale

La pandemia di Covid-19 ha colpito duramente il mondo del calcio, sia in termini economici sia in termini di contagi. Anche il Sudamerica non è da meno e i club cercano di affrontare la situazione come possono. In Bolivia la vaccinazione procede senza sosta. Il capo dello Stato boliviano, Luis Arce, ha evidenziato nei giorni scorsi che il suo governo, nonostante le grandi difficoltà per ottenere una sufficiente quantità di vaccini, ha accelerato la vaccinazione e ha importato tutti i vaccini possibili, compreso Sputnik. I contagi però persistono e anche le squadre della massima serie sono state colpite. Il Royal Pari FC ad esempio, nella scorsa giornata di campionato, è stato costretto a giocare con 7 giocatori. Il match è durato solamente 8 minuti, ma gli avversari sono riusciti comunque a fare 3 gol. La sfida è stata poi sospesa a causa dell’infortunio di uno dei ragazzi del Royal.

Bolivia, il Royal Pari gioca in 7: prende 3 gol in 8 minuti, poi il fischio finale

Il club di Santa Cruz de la Sierra ha dovuto affrontare, lo scorso sabato, il Club The Strongest. Il Royal, però, a causa dei contagi di Covid-19 non aveva 11 giocatori da schierare. La società ha così chiesto il rinvio della partita, ma la Federcalcio boliviana non ha accolto la richiesta. La formazione di Miguel Abrigo è stata quindi costretta a giocare allo stadio Hernando Siles. Il tecnico ha schierato solamente sette giovani, ma il match non è durato molto. Dopo 8 minuti e con quattro giocatori in meno, il Royal aveva già subito tre gol. Un incubo, ma non è finita qui. Dopo il terzo gol, il giocatore del club di Santa Cruz, Kevin Rosas, si fa male ed esce zoppicando dal campo. La squadra di Miguel Abrigo perde quindi un giocatore e rimane in sei. 

A quel punto, l’arbitro Raúl Orosco è stato costretto a sospendere la partita, non c’era più il numero minimo di giocatori richiesto. Il mese scorso si era verificato un episodio simile in Colombia. Il Rionegro Aguilas era stato decimato a causa di infortuni e diversi casi di coronavirus. Mancavano, infatti, un totale di 22 giocatori della prima squadra. Nella gara contro il Boyaca Chico anche loro sono stati costretti a far scendere in campo solamente sette giocatori. In quell’occasione, il match è durato di più. Il Rionegro è riuscito a tenere a bada gli avversari fino al 57’, ma ha perso 3-0.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti