Blitz Carabinieri alla festa di compleanno di Lukaku, presenti altri 3 giocatori

Un altro grattacapo per Antonio Conte. Dopo la lite in campo con Lautaro, durante la vittoria per 3-1 sulla Roma, ad attirare i riflettori è un altro attaccante: Lukaku, ma non solo. Quattro giocatori nerazzurri sono stati pizzicati in un hotel del centro di Milano intenti a festeggiare il 28esimo compleanno di Big Rom. Peccato però che si trattasse di una festa abusiva. I giocatori e gli amici, infatti, non hanno minimamente considerato e rispettato le restrizioni anti Covid. La festa è stata poi  interrotta, a tarda notte, dall’arrivo dei Carabinieri che hanno multato tutti i presenti, 24 in totale. 

Blitz Carabinieri alla festa di compleanno di Lukaku, presenti altri 3 giocatori

A San Siro l’Inter vince 3-1 contro la Roma e conquista la quindicesima vittoria di fila casalinga. A siglare il successo nerazzurro sono Brozovic e Vecino, nel primo tempo, e Lukaku al ’90. Una serata speciale per Big Rom, che celebra non solo il gol, la vittoria e lo scudetto, ma anche il suo 28esimo compleanno. La serata del belga, però, non finisce esattamente come sperato. Il numero 9 dell’Inter insieme ad Hakimi, Perisic e Young, lascia lo stadio e si trasferisce al “The Square Milano Duomo”, dove viene raggiunto da altri amici. Nel ristorante dell’hotel prende così il via la sua festa di compleanno. Una festa abusiva, che non rispetta la normativa anti covid e che viene interrotta dopo qualche ora. Alle tre di notte irrompono infatti i Carabinieri della Compagnia Milano Duomo e del Nucleo Radiomobile, che identificano i presenti e mettono fine ai festeggiamenti.

Il direttore dell’hotel e gli ospiti saranno ora sanzionati a vario titolo per la violazione della normativa sul contenimento del Covid-19. Sembrerebbe che l’evento non sia stato organizzato dal giocatore ma dal direttore del ristorante dell’hotel. In totale, oltre ai 4 giocatori nerazzurri, erano presenti altre 20 persone. Gli agenti sono arrivati sul posto dopo una segnalazione al 112. Al momento l’Inter non ha commentato l’episodio ma sicuramente valuterà eventuali sanzioni per i giocatori coinvolti. Una nuova tegola a tre giorni dalla trasferta in casa della Juve.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti