Rocco Commisso show: spara a zero sull’ambiente, litiga con una giornalista e mette in vendita la Fiorentina

Benvenuti al Rocco Commisso Show: il presidente della Fiorentina ha indetto per il pomeriggio di venerdì una conferenza stampa. Un incontro con i giornalisti che avrebbe dovuto avere, come tema principale, il futuro della squadra viola, ma che molto velocemente si è trasformato in un duro attacco alla stampa, alla città, e a tutti i detrattori dell’imprenditore italo-americano.

Rocco Commisso torna a parlare, e lo fa alla sua maniera, senza peli sulla lingua. Il patron italo-americano della Fiorentina si è presentato in conferenza stampa per parlare del futuro della squadra, soprattutto per quanto concerne la guida tecnica della prossima stagione. Ma partendo da Iachini, ringraziato e salutato dal patron, e passando per VlahovicIl nostro desiderio è quello di tenerlo e di accontentarlo“, il numero uno della Fiorentina ha finito per lanciare un duro attacco a tutto l’ambiente, puntando il dito soprattutto contro la stampa rea di avergli rivolto ingiuste accuse per tutto l’arco della stagione. E Commisso ha voluto rispondere per le rime alle critiche dei giornalisti, minacciando anche in maniera provocatoria di volere vendere la società.

La provocazione di Commisso sulla Fiorentina

Stufo delle critiche, stufo delle accuse, Commisso ha lanciato la sua enciclica contro l’ambiente fiorentino: “Ho comprato la Fiorentina e dopo 8 mesi è cominciato il disastro Covid. Negli ultimi due anni noi abbiamo perso 38 milioni di euro. Oltre questi, 44 li abbiamo spesi per i giocatori. Siamo arrivati a mettere in due anni 82 milioni cash, non debiti. I debiti li faccio in America e qui porto soldi veri. A nessuno a Firenze conviene di parlare di questo. I soldi sono problemi di Commisso, se la squadra va male sono invece problemi vostri. Qui a Firenze siete tutti ricchi. Io allora voglio tornare in America e vendere la Fiorentina ai fiorentini ricchi. Però in due settimane voglio 335 milioni e dovete metterne 35 di caparra. Vi do una settimana e mezzo per fare questo, poi si fa il contratto: prendete tutti i ricchi della città, dai giornalisti in su, e io vi darò quello di cui avete bisogno per comprarla“.

La lite con la giornalista

All’interno dell’accesa conferenza stampa, non poteva di certo mancare anche una bella litigata con una giornalista della carta stampata: “Lei dice non è colpa dei giornalisti se siamo in questa situazione“, ha esordito il patron viola. “Questo è vero fino a un certo punto. Colpa dei giornalisti è massacrare il mio allenatore, non so se tu sei una di quelli che ha massacrato Iachini. Voi avete parlato per un anno, ora parlo io. Sono state scritte cose indegne sulla mia famiglia, l’allenatore, la squadra, la gente che lavora alla Fiorentina. ‘Non sono gente di calcio’ è stato detto, tu sei gente di calcio?“, ha chiesto Commisso alla giornalista. Quest’ultima ha ribattuto punto su punto alle parole del numero uno viola, spiegandogli di conoscere Iachini da decenni e chiedendogli di non fare “di tutta l’erba un fascio”. In un’escalation di toni lo sfogo dell’italo-americano è continuato ancora per alcuni minuti. E pensare che nella conferenza si sarebbe dovuto parlare solo del futuro della Viola…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti