Real Madrid, è corsa a 5 per il dopo-Zidane con un tris di italiani in lista

Salvo ripensamenti dell’ultim’ora Zinedine Zidane lascerà a fine stagione la panchina del Real Madrid. Il tecnico francese, alla sua seconda esperienza come allenatore delle Merengues, avrebbe già comunicato ai suoi giocatori la decisione di lasciare il Santiago Bernabeu, nonostante le smentite di rito. Si chiude dunque il Zidane 2 al Real, ma chi è in corsa per sostituirlo? Secondo i giornali inglesi la lista dei papabili è ristretta a cinque nomi, con addirittura tre italiani in lizza per ottenere la prestigiosa panchina.

Ci sarebbero ben tre italiani nella ristretta lista di cinque nomi per la panchina del Real Madrid dopo il praticamente certo addio di Zinedine Zidane. Il tecnico francese, nonostante le smentite di rito, avrebbe già comunicato ai propri giocatori la volontà di lasciare il Santiago Bernabeu dopo una stagione fin qui amara di soddisfazioni. I giornali inglesi, ed in particolare il Mirror, avvrebbero ristretto il lotto dei possibili sostituti di Zizou (accostato in queste ore alla panchina della Juventus) a cinque nomi: Massimiliano Allegri, Raul, Joachim Low, Antonio Conte e Carlo Ancelotti. Secondo le indiscrezioni da questa shortlist Florentino Perez sceglierà il nome del nuovo allenatore delle Merengues.

Real Madrid: cinque nomi per il dopo-Zidane

Max Allegri

Sono mesi che il nome di Max Allegri circola dalle parti di Madrid. L’ex tecnico di Milan e Juventus, fermo dal 2019, ha ricevuto molte offerte in questi due anni sabbatici, ma nessuno è mai riuscito pienamente a convincerlo a tornare in panchina. Il suo stile un po’ pragmatico potrebbe non essere troppo gradito a Perez, ma con i Blancos in una fase di transizione Allegri potrebbe essere proprio quello di cui c’è bisogno a Madrid.

Raul

Nome romantico e che nelle ultime ore sembra stia scalando posizioni è quello di Raul Gonzalez Blanco, leggenda vivente del Santiago Bernabeu. L’ex attaccante del Real, oggi 43enne, è attualmente capo allenatore del Real Castilla, squadra satellite delle Merengues. Potrebbe fare lo stesso percorso di Zidane, anche lui “promosso” dalla squadra B alla prima squadra e protagonista di una grandissima carriera da allenatore dei Blancos.

Joachim Low

Dopo ben 15 anni, Joachim Low ha annunciato che lascerà l’incarico di Commissario Tecnico della Germania al termine degli Europei in programma tra meno di un mese. È un nome importante, ma pieno di incognite, dato che il suo ultimo ingaggio come allenatore di un club risale addirittura al 2004, quando il tedesco sedeva sulla panchina dell’Austria Vienna. Resta da capire se Low vorrà subito rituffarsi in una nuova avventura o “riposarsi” per qualche tempo dopo la lunga esperienza con la Nazionale Tedesca.

Antonio Conte

Nonostante la fresca vittoria dello Scudetto con l’Inter non sarebbe poi così certo il futuro nerazzurro di Antonio Conte. La squadra milanese sta vivendo un momento molto delicato dal punto di vista finanziario e circolano voci insistenti sull’addio di alcuni dei suoi top player. A breve dovrebbe esserci un incontro tra l’ex tecnico della Nazionale e la proprietà nerazzurra per far luce sul suo futuro. Florentino Perez ci starebbe facendo più di un pensiero…

Carlo Ancelotti

Ultimo nome, ma di certo non per quanto riguarda i trofei vinti come allenatore, è quello di Carlo Ancelotti, che dalle parti di Madrid conoscono molto bene. Il tecnico di Reggiolo ha infatti allenato le Merengues tra il 2013 ed il 2015 portando gli spagnoli alla storica vittoria della Dècima Champions League. Al Santiago Bernabeu è ancora molto apprezzato e in caso di addio all’Everton, dove dopo un ottimo inizio rischia di rimanere fuori dall’Europa, Perez sarebbe pronto a riaccoglierlo a braccia aperte.

Cinque nomi, nessuna certezza, un solo vincitore. L’unica cosa sicura sembra essere che Zidane non sarà più il tecnico del Real Madrid.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti