Campionato Primavera: la Top 5 della 24esima giornata

La 24esima giornata del campionato Primavera ha messo in scena match di alta quota che hanno dato segnali importanti alla classifica. Nelle zone basse invece è battaglia tra Fiorentina, Lazio e Torino. Anche Bologna e Cagliari devono guardarsi le spalle se non vogliono ricevere spiacevoli sorprese. La partita di spicco è senza dubbio quella tra Roma e Inter: la posta in gioco è alta e le due squadre hanno regalato spettacolo. A Genova invece, sponda blucerchiato, i padroni di casa non vanno oltre un pareggio con l’Atalanta che agguanta l’ultimo posto disponibile per i playoffs. Juve, Milan ed Empoli hanno vita facile rispettivamente con Genoa, Bologna e Lazio, regalandoci non pochi goal. Sassuolo e Cagliari vincono di misura e navigano in acque calme, mentre la Spal con il successo a Firenze, lotta per un posto tra le prime sei. Adesso scopriamo i Top di questa giornata di campionato Primavera.

Campionato Primavera: quinta posizione

Il volto della quinta posizione della nostra speciale classifica è quello di Furlanetto. Il giovane portiere è il migliore in campo tra le file della Lazio. Non è una partita semplice, anche considerando il calibro degli avversari. Infatti questo Empoli è stato troppo dominante per una Lazio che ha avuto difficoltà per tutta la stagione. Il match si è concluso con un secco 3 a 0; ma non fatevi ingannare, senza il numero uno biancoceleste, sarebbe finita in goleada. Nel primo tempo l’Empoli è padrone del campo, e infatti nell’intervallo è già sopra di due goal. Poi nella ripresa Furlanetto decide di alzare la saracinesca.

Dopo 5 minuti Lipari si presenta faccia a faccia con l’estremo difensore che lo ipnotizza e con il piede respinge in corner un bolide destinato in rete. Al 65esimo ci prova ancora Lipari con un destro a giro, ma Furnaletto spicca il volo rispondendo presente. Adesso arriviamo al momento della parata che gli è valso un posto in questa Top 5. Degli Innocenti calcia con il destro da ottima posizione, la palla rimbalza in area e viaggia velocemente verso la porta. Con uno scatto felino carico di pura reattività, Furlanetto a mano aperta dice “no” e blinda la porta biancoceleste. Gesto atletico strepitoso e degno di nota: a lui spetta la quinta posizione.

Campionato Primavera: quarta posizione

Il match tra Empoli e Lazio ha due protagonisti: il primo si è aggiudicato la quinta posizione della Top 5 e ora l’altro gli fa compagnia al quarto posto. Il giocatore in questione è Mirco Lipari. Sigla il goal del 2 a 0 al 39esimo con un tiro chirurgico bacia entrambi i pali prima di depositarsi in fondo al sacco. Poi si rende pericoloso per tutta la partita. Tiri a giro, conclusioni di potenza, botte da fuori area; le prova tutte ma la palla non vuole entrare. Quindi decide di regalare la gioia del goal ai suoi compagni. Nel finale di partita il numero 7 toscano riceve palla sulla fascia sinistra e senza pensarci serve a Rossi una palla d’oro. L’attaccante empolese riceve in area e ringrazia il compagno per l’ottimo passaggio: goal e risultato in cassaforte. A fine partita Lipari torna a casa con un goal e un assist. Tutto sommato niente male.

Le milanesi sul podio di giornata

Il primo nome che figura sul podio è quello di Satriano. Il giocatore neroazzurro è stato uno degli artefici del successo esterno dell’Inter ai danni della Roma. Una vittoria, quella nerazzurra, che ha garantito il primo posto in classifica con le inseguitrici alle calcagna. Satriano fa il bello e il cattivo tempo per tutto l’incontro. Prima dell’intervallo conclude con un assist una giocata da urlo: dall’out di destra salta con un tunnel il suo diretto avversario che rimane di sasso e confeziona un cioccolatino che Vezzoni deposita agilmente in porta.

Poco dopo ancora Satriano crea scompiglio tra le maglie giallorosse passando per vie centrali e lanciando a rete un compagno che purtroppo non concretizza. Nel secondo tempo decide di mettersi in proprio. Viene imbucato in profondità, salta il portiere ma viene atterrato dal numero uno romanista. Il direttore di gara concede il penalty. Satriano si prende il pallone e lo posiziona sul dischetto. Il risultato? Palla da una parte e portiere dall’altra, 3 a 0 e partita chiusa. Al 71esimo l’interista siede comodamente in panchina e si gode il finale dopo una partita giocata da protagonista. Meritatissimo il terzo posto.

Campionato Primavera: seconda posizione

Le prime due posizione sono a tinte rossonere. Per adesso però vi sveleremo solo il nome di El Hilali. Il classe 2003 è l’uomo in più di questo Milan, che travolge per 4 a 2 un Bologna poco incisivo. Il fantasista italo-marocchino è stato l’incubo per i difensori rossoblu. Parte subito a mille fornendo passaggi illuminanti che però non portano i risultati sperati. Alla mezz’ora tenta una conclusione dal limite dell’area che fa tremare la traversa e il portiere emiliano. Finalmente dopo tante occasioni riesce ad andare a bersaglio. Olzer serve El Hilali che si gira in un fazzoletto e scaglia un missile che lascia impassibile Molla.

Nella ripresa è ancora il trequartista rossonero ad imbucare un compagno infilatosi tra le maglie del Bologna e pronto nel punire il portiere. Al 78esimo il numero 10 milanista avrebbe l’occasione per firmare la doppietta personale, ma non è preciso nel chiudere un triangolo e la palla rotola sul fondo. Anche in questa partita c’è lo zampino El Hilali che sta vivendo un periodo di forma eccezionale. Il Milan è in buone mani (o forse dovremmo dire piedi) per la corsa ai playoffs.

La prima posizione va ancora ad un rossonero

Come detto in precedenza, anche la prima posizione spetta ad un rossonero. Infatti sul gradino più alto del podio sale Andrea Capone. Il numero 9 dei diavoli è stato il mattatore del Bologna con la sua doppietta. Con i primi due goal stagionali ha permesso al Milan di restare agganciato ai piani alti della classifica. Insieme a El Hilali crea una coppia goal davvero prolifica che incute terrore alle difese avversarie. Nel primo tempo non riesce ad incidere sul match, ma nella ripresa si scatena. Al 55esimo viene lanciato dal suo portiere verso la porta, riesce a saltare un uomo ma si allunga troppo la palla e vanifica l’occasione. Ma queste sono solo le prove generali.

Un minuto più tardi, con un gesto di agilità e rapidità salta i due centrali bolognesi e trova il primo goal dell’anno. La seconda marcatura è un concentrato di potenza e precisione: dopo lo scambio con Roback, si crea lo spazio per calciare una sassata a giro dal limite dell’area che non lascia speranze all’estremo difensore rossoblu. Con tanta voglia e determinazione ma anche con a referto una doppietta, Capone è il nostro miglior giocatore di giornata.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti