Problemi di streaming? Dazn li risolve spezzettando la serie A: 10 match in 10 orari diversi

I diritti televisivi della serie A per la stagione 2021-2022 saranno in mano a Dazn che li ha strappati a Sky. Per ovviare al problema del collo di bottiglia (tanti utenti connessi nello stesso momento che generano un blackout del sito), Dazn ha proposto alla Lega Serie A di spezzettare ulteriormente il calendario con 10 partite in 10 orari diversi.

Dazn e la serie A spezzatino

Vi ricordate i tempi delle partite tutte insieme la domenica alle 15? Altri tempi, perché il calcio di oggi richiede maggiore visibilità a tutte le partite. Quindi sia per un discorso di ascolti tv, sia per un discorso tecnico, Dazn ha intenzione di proporre al consiglio di Lega di spezzettare le giornate in 10 incontri così suddivisi:

  • 4 partite al sabato alle 14.30, 16.30, 18.30 e 20.45;
  • 5 partite alla domenica: 12.30, 14.30, 16.30, 18.30 e 20.45.
  • Posticipo del lunedì sempre fissato per le 20.45.
Fonte: Gazzetta.it

Fino a maggio scorso erano così suddivise: tre finestre al sabato (ore 15, 18 e 20.45), quattro alla domenica (gare alle 12.30, alle 15, alle 18 e alle 20.45). Lunedì la proposta di Dazn verrà vagliata in assemblea. Se dovesse andare in porto, l’azienda risolverebbe i problemi tecnici, come quelli che l’hanno colpita l’11 Aprile quando lo streaming si bloccò non permettendo agli abbonati di vedere Inter Cagliari e Verona Lazio. Alla fine Dazn li ha rimborsati con un mese gratuito. Ovviamente avendo ampliato notevolmente il pacchetto partite, da giovedì 1° luglio 2021, il costo mensile dell’abbonamento a DAZN passerà da 9,99 euro al mese a 29,99 euro al mese.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti