Malinovskyi frecciatina a CR7: “Non è il migliore in Serie A, ci sono giocatori più forti di lui”

Ruslan Malinovskyi senza peli sulla lingua. In vista degli Europei, l’ucraino ha concesso una lunga intervista al canale Youtube Вацко Live. Una chiacchierata di più di un’ora durante la quale il 28enne ha parlato anche della sua esperienza in Italia con l’Atalanta. Malinovskyi non ha risparmiato qualche frecciatina a un avversario piuttosto noto, l’attaccante bianconero Cr7. “Chi è il giocatore più forte della A?”, chiede il conduttore. E Malinovskyi ci pensa su e poi risponde, snobbando il portoghese: Difficile dirlo, ma di certo non è Ronaldo. Anzi, in Serie A ci sono giocatori molto più forti di lui”. 

Malinovskyi frecciatina a CR7: “Non è il migliore in Serie A. Muriel calciatore incredibile”

Cristiano Ronaldo non è il migliore, l’ucraino punta tutto su un compagno di squadra: “Posso nominare il più forte con cui ho giocato: Muriel, un calciatore incredibile. Penso che, se per lui le cose fossero andate diversamente, avrebbe potuto giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Che cosa voglio dire? Beh,se fosse stato un po’ più serio. Ma lui è così, è l’anima dello spogliatoio, sempre sorridente, scherza, è sempre allegro. Mette la musica negli spogliatoi, le sue canzoni latinoamericane, gli piace ballare”. Non solo Muriel, però. Per Ruslan c’è un altro giocatore molto forte in Serie A, un avversario del Napoli:Mi piace molto Zielinski. Penso che sia un giocatore molto forte. È molto difficile giocare contro di lui: è mobile, usa bene entrambi i piedi, è tecnico ed estremamente intelligente”.

Il 28enne parla anche del suo trasferimento in Italia nell’estate 2019, dal Genk. L’Atalanta non era l’unica squadra interessata all’ucraino, c’era la Sampdoria, ma anche Roma, Fiorentina, Celta e Arsenal. I bergamaschi però hanno avuto la meglio: “Di tutte queste squadre, solo l’interesse del Celta era reale. Questo è quello che so per certo. Le altre opzioni erano più delle voci, non credo ci fosse un reale interesse. Poi c’era la Sampdoria, ma ci sono stati dei problemi. L’Atalanta è stata più decisa, le trattative andavano avanti, non si fermavano. Con la Samp ci sono stati colloqui fino a un certo punto, poi tutto è finito bruscamente”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti