Ferrero boccia il calcio ‘spezzatino’: “Non siamo un discount, vogliono aiutare Dazn…”

Come ormai è noto a tutti da tempo, i diritti per trasmettere la prossima stagione di Serie A se li è aggiudicati la piattaforma Dazn, che li ha strappati ai rivali di Sky con una ricchissima offerta. È solo di qualche giorno fa però la notizia che l’emittente ha in mente di spezzettare ulteriormente il calendario e per questo avrebbe chiesto alla Lega di Serie A di far giocare le 10 partite in programma in altrettanti diversi orari. Una proposta che ha fatto storcere il naso a parecchi tifosi, ma anche ad alcuni dirigenti. Tra essi il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, che ha decisamente bocciato la proposta di Dazn.

L’intenzione di Dazn, nuova proprietaria dei diritti sulla trasmissione della partite di Serie A, di trasmettere le 10 partite del massimo campionato italiano in 10 diversi slot sta facendo arrabbiare un po’ tutti. Non solo i tifosi, da sempre contrari alla piega che ha preso il mondo del calcio e nostalgici delle vecchie partite tutte in contemporanea, ma anche parecchi addetti ai lavori. Ad esprimere un’opinione comune bocciando in maniera totale questo calcio spezzatino è stato il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, come suo solito molto diretto e poco diplomatico nelle sue dichiarazioni.

Ferrero e il “no” al calcio ancor più spezzatino

Lo spezzatino? Non siamo un discount...”, ha dichiarato Ferrero in un’intervista telefonica all’Ansa. “Faccio un appello a tutti i presidenti di Serie A, questa cosa è inaccettabile“. Secondo il presidente doriano la volontà è quella di dare una mano a Dazn nella risoluzione dei problemi tecnici evidenziati nell’ultima stagione: “La realtà è che cercano di fare le partite singole perchè Dazn non ce la fa a trasmetterne tre alla volta, vogliono dare un’altra mano all’emittente ott (Over The Top ndr)”. Una questione anche economica: “7 slot è il format con cui abbiamo venduto i diritti. Ora se ne fai 10, il pacchetto vale di più ovviamente perchè hai tutte partite separate. Perchè lo dobbiamo fare gratis? L’offerta di Dazn è 19,99 euro al mese. Siamo arrivati a offrire all’appassionato le partite a un costo medio di 24 centesimi di euro l’una, stiamo impazzendo? Con Sky il costo medio era 1 euro e già era basso. È una proposta che domani in assemblea non deve passare. È inaccettabile“.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti