La storia di Nmecha: match winner agli Europei per l’Inghilterra U19 e per la Germania U21. Ma ora lo vuole…la Nigeria

Lukas Nmecha è uno dei nomi nuovi del panorama calcistico europeo. L’attaccante classe ’98, in forza all’Anderlecht in prestito dal Manchester City, è il fresco match winner della finale dei recenti Campionati Europei Under 21, marcatore dell’unica rete con cui la sua Germania ha sconfitto il Portogallo. Non è però la prima volta che Nmecha decide una competizione internazionale: nel 2017 infatti aveva siglato la rete del definitivo 2-1 della finale degli Europei Under 19, in quell’occasione però con la maglia dell’Inghilterra. E adesso, per completare un particolare percorso da vero e proprio “cittadino del mondo” potrebbe scegliere di giocare nella nazionale maggiore di un altro paese, la Nigeria.

Padre nigeriano, madre tedesca. Nato ad Amburgo, in Germania e trasferitosi da giovanissimo con la famiglia in Inghilterra. Questa, in breve, la storia di Lukas Nmecha, attaccante classe ’98 che ha siglato il goal decisivo nella recentissima finale degli Europei Under 21 vinta dalla Germania sul Portogallo. Il 22enne (compirà 23 anni il prossimo 14 Dicembre), nella sua breve carriera era già stato giustiziere dei portoghesi, a livello di Under 19. In quell’occasione però indossava la maglia di un’altra nazionale, quella inglese, paese in cui è cresciuto calcisticamente, nel settore giovanile del Manchester City. Una storia molto particolare quella dell’attaccante, che potrebbe diventare unica se egli dovesse cedere alle lusinghe di un terzo paese che lo vorrebbe convocare nella nazionale maggiore: la Nigeria, paese nativo del papà.

Nmecha: Inghilterra, Germania e…Nigeria?

Il 22enne, di proprietà del Manchester City, ha giocato l’ultima stagione in prestito all’Anderlecht, dove si è reso protagonista di 14 reti in 31 presenze. Dopo tutta la trafila nelle nazionali giovanili inglesi, nel 2019 ha deciso di indossare la maglia del paese in cui era nato, la Germania appunto. Adesso però, secondo quanto riporta la Bild, sembrerebbe proprio che la Nigeria stia cercando di convincerlo a cambiare ancora ed optare per il paese di suo padre. Un caso unico, o forse no. Tornando indietro nel tempo infatti spunta il nome di Josef Bican, capace di giocare e segnare con la maglia di tre diverse nazionali: Austria, Cecoslovacchia e Protettorato di Boemia e Moravia (fondato dai tedeschi nel 1939, l’attuale Repubblica Ceca). Altri tempi, altre storie, altre dinamiche.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti