Superlega, arrivano le sanzioni per i club ribelli di Premier League

La Premier League ha raggiunto un accordo con i sei club inglesi che avevano aderito alla fantomatica Superlega, competizione che avrebbe coinvolto anche le italiane Juventus, Inter e Milan. I sei club, Chelsea, Arsenal, Liverpool, Tottenham e le due di Manchester riceveranno una multa e il capitolo verrà definitivamente chiuso. A meno di nuovi tentativi di “golpe”…

Intesa raggiunta tra la Premier League e i sei club ribelli promotori della Superlega: Chelsea, Arsenal, Liverpool, Tottenham, Manchester City e Manchester United dovranno pagare una multa di 22 milioni di sterline complessiva (circa 25 milioni di euro) per il tentativo, poi fallito, di costruire una nuova competizione comprendente le big del calcio del Vecchio Continente. Poco più di 4 milioni di ammenda per ogni club dunque, cifra lontana da quelle paventate nei giorni scorsi. La Premier League, insieme alla Football Association, ha rilasciato una dichiarazione per ufficializzare il raggiunto accordo con le big six d’Oltremanica.

Premier League: il comunicato sulle sanzioni ai ribelli della Superlega

I sei club coinvolti nelle proposte per formare una Super League europea hanno oggi riconosciuto ancora una volta che le loro azioni sono state un errore e hanno riconfermato il loro impegno per la Premier League e il futuro del calcio inglese“, recita il comunicato. Riguardo alle sanzioni comminate dalla Premier League ai sei club che avevano aderito al progetto Superlega: “I club hanno concordato di dare un contributo collettivo di 22 milioni di sterline. Andranno a favore del ‘gioco’, compresi nuovi investimenti a sostegno dei tifosi, del calcio di base e dei programmi comunitari“. Poi una postilla, anzi, una velata minaccia: “Eventuali azioni simili in futuro porteranno a una detrazione di 30 punti. Ciascuno dei sei club, in tal caso, sarebbe anche soggetto di un’ulteriore multa di 25 milioni di sterline“. Club avvisato…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti