Zamparini story: “Nel 2006 al Palermo stavamo per prendere Aguero…”

Compie 80 anni una delle figure che, nel bene e nel male, hanno fatto la storia del calcio italiano degli ultimi 30 anni. Dagli inizi a Pordenone a metà degli anni ’80, passando per la serie di promozioni dalla C2 alla A a Venezia, fino agli anni d’oro a Palermo, Maurizio Zamparini è stato uno dei volti più riconoscibili del nostro calcio. Nel giorno del suo compleanno, l’ex presidente rosanero ha svelato alcuni retroscena della sua vita da presidente, soffermandosi in particolare su quel Palermo che fece sognare un’intera città

80 anni, di cui praticamente la metà spesi nel mondo del calcio, da quando nel 1983 acquistò il Pordenone e ne divenne presidente. Maurizio Zamparini nella sua lunga carriera ha vissuto tantissime avventure e di storie da raccontare ne ha a bizzeffe. Nel giorno del suo 80esimo compleanno l’ex presidente del Palermo ha parlato a Grand Hotel Calciomercato, raccontando tanti aneddoti della sua lunga militanza nel mondo del pallone, e in particolare degli anni da patron dei rosanero. Era il 2002 quando l’imprenditore friulano acquistò il club da Franco Sensi, e in Sicilia rimase per ben 15 anni. Dopo 4 anni dal suo insediamento, nel 2006, Zamparini stava per fare il colpaccio: portare Sergio Aguero a Palermo.

Quella volta che Zamparini stava per portare Aguero a Palermo…

Nella lunga intervista c’è spazio anche a uno dei più grandi rimpianti di Zamparini: non essere riuscito a portare il Kun Aguero in Sicilia. Eppure c’era andato così vicino: “Sergio Aguero è il mio rimpianto. L’avevamo visto con Foschi e volevamo portarlo a Palermo. Non ci siamo riusciti perché si intromise l’Atletico Madrid che offrì di più. Noi avevamo offerto 14 milioni di euro“. Un colpo sfiorato ma mai arrivato. Ciononostante di campioni al Renzo Barbera sotto la sua gestione ne sono passati parecchi: Cavani, Pastore, Dybala, solo per citarne alcuni. Certo un attacco Matador-Kun…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti