Lettera Inzaghi a tifosi Lazio: “Verrò presto sotto la curva Nord”

Lettera Inzaghi a tifosi Lazio.

Sembra proprio che in questo periodo quando un allenatore dice addio ad un club, vada di moda scrivere una lettera di addio ai propri ex tifosi. Lo ha fatto Zinedine Zidane, non senza qualche vena polemica contro il Real Madrid, e lo ha fatto anche Simone Inzaghi, che dopo ben 22 anni ha salutato Roma e la Lazio. Il nuovo tecnico dell’Inter, con una lettera pubblicata sul Corriere dello Sport, si è congedato da quella che per più di due decenni è stata la sua casa, salutando calorosamente la tifoseria biancoceleste.

Lasciare il club in cui si sono vissuti i migliori anni della propria carriera calcistica, dapprima da calciatore, poi da allenatore, non deve essere affatto facile. Dopo 22 anni Simone Inzaghi ha detto addio alla Lazio. Arrivato a Roma appena 23enne, l’ex attaccante piacentino è poi stato inserito nello staff tecnico del club, portando al successo dapprima le squadri giovanili (2 Coppa Italia e 1 Supercoppa sulla panchina della Primavera), poi i “grandi” (1 Coppa Italia, 2 Supercoppe).

Nuova sfida

Per lui adesso iuna nuova sfida, sostituire Antonio Conte sulla panchina dell’Inter Campione d’Italia. Compito non semplice ma incarico prestigioso per un giovane tecnico dalle grandi ambizioni. Ma prima di tuffarsi nella nuova avventura milanese, Inzaghi ha voluto salutare i suoi ex tifosi con una lunga e commovente lettera.

Lettera Inzaghi a tifosi Lazio

Avevo 23 anni quando sono arrivato a Roma“, scrive Inzaghi nella lettera pubblicata dal Corriere dello Sport. “Ero un ragazzino pieno di sogni e ambizioni, che pensava solo a diventare un calciatore affermato”, scrive. “Mai mi sarei immaginato che sarebbe diventata la mia casa. Ho scoperto una nuova famiglia, sono passati altri 22 da quel momento, metà della mia vita. Sono cresciuto e diventato uomo insieme a tutti voi, trascorrendo 22 anni meravigliosi. Non dimentico né le gioie, né le lacrime“.

Lettera Inzaghi a tifosi Lazio: “Una delle scelte più complicate della mia vita”

Non è stato facile voltare pagina, non è una cosa che si può fare in un minuto o in una settimana“, prosegue Inzaghi. “Ci vorrà tempo per elaborare le emozioni e un cambiamento radicale. Lasciare la Lazio è stata una delle scelte più complicate della mia vita. I motivi che mi hanno portato a fare questa scelta non voglio affrontarli, ma è probabile che tutti avremmo potuto fare meglio. Il biancoceleste per me resta solo amore. Senza il presidente Lotito e il ds Tare non avrei potuto mai realizzare il sogno di allenare la squadra del cuore“, aggiunge ringraziando tra le linee il presidente e il Ds biancocelesti.

Lettera Inzaghi a tifosi Lazio: “Verrò sotto la Curva Nord”

Allo stesso tempo amo il mio lavoro e sono un professionista. La mia determinazione e la voglia di mettermi in gioco mi portano lontano da Roma, non nego di essere completamente concentrato in questa nuova ed entusiasmante avventura con l’Inter. Ma tutti voi mi mancate e mi mancherete. Quando uscirà il calendario, la prima cosa che farò sarà quella di vedere il giorno in cui tornerò all’Olimpico e verrò sotto la Curva Nord per salutarvi“, aggiunge l’allenatore piacentino. “Non mi interessa se saranno fischi o applausi, accetterò qualsiasi cosa. Io ci sarò, sappiatelo. È stato un privilegio e un grande onore. Vi voglio un mondo di bene – conclude Inzaghi nella sua lettera di commiato – sarete per sempre parte di me“.

Parole sincere di un ragazzo arrivato a Roma presto e diventato uomo alla Lazio ed insieme alla Lazio. Il prossimo anno incontrerà i biancocelesti da avversario. Dalla Curva Nord si alzeranno fischi o applausi?

Lettera Inzaghi a tifosi Lazio

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti