Lazio, Lotito non compra e Sarri nervoso se la prende col suo agente

L’addio improvviso di Simone Inzaghi aveva depresso l’ambiente biancoceleste, ma l’approdo di Maurizio Sarri ha riacceso l’entusiasmo dei tifosi. Il sergente, prima di firmare, aveva chiesto delle garanzie, soprattutto sul mercato, ma finora non è arrivato nessuno a Roma se non il giovane (e sconosciuto) terzino sinistro Kamenovic. Immobilismo che ha fatto storcere il naso a Sarri che se l’è scontata con il suo agente Ramadani.

Se non si vende non si compra

Partiamo con ordine: il matrimonio tra Maurizio Sarri e la Lazio si è consumato all’improvviso. Fino a un mese fa nessuno ci pensava, anche perché Lotito era piuttosto convinto che l’allenatore per la prossima stagione sarebbe continuato ad essere Simone Inzaghi. Poi il suo “tradimento” nerazzurro, ha lasciato scoperta la panchina biancoceleste e a quel punto Sarri era rimasto tra i pochi nomi appetibili in circolazione. L’ex Napoli ha accettato, ma prima di firmare il contratto, ha discusso di ogni dettaglio, di ogni virgola, mettendo i puntini sul suo staff tecnico e chiedendo garanzie sul calciomercato. Tant’è vero che nelle prime battute della trattativa, il ds Tare aveva raggiunto Sarri nella sua casa in Toscana per parlare proprio degli acquisti e delle cessioni.

L’allenatore toscano ha dato l’ok per la cessione di uno o due big, purché non fossero Luis Alberto e Milinkovic-Savic e ha chiesto rinforzi specialmente sugli esterni di difesa e d’attacco per poter attuare al meglio il suo 4-3-3. Al 25 giugno, però, il calciomercato della Lazio è immobile e non solo per via degli europei. A causa dell’indice di liquidità, la Lazio prima di comprare deve vendere. Tare sta lavorando alacremente per velocizzare le operazioni in uscita: Lazzari piace all’Inter, o meglio piace a Inzaghi che l’ha chiesto espressamente a Marotta. Ma secondo voci di corridoio, Lotito per dispetto non vorrebbe venderlo al suo ex allenatore. Correa piace in Inghilterra (su di lui Arsenal e Tottenham), ma la Lazio chiede lo valuta almeno 40 mln.

Lotito non compra e Sarri litiga con l’agente

Non sbloccandosi il mercato in uscita, di conseguenza è fermo anche quello in entrata. Sarri aveva chiesto i suoi pupilli al Napoli Hysaj e Maksimovic. Mentre sull’albanese la Lazio sta trattando ma non ha ancora affondato il colpo, per il serbo la situazione è più complessa. Maksimovic ha lo stesso procuratore di Sarri, Fali Ramadani, che l’ha proposto alla Roma. Una mossa che ha fatto storcere il naso al tecnico toscano. Stessa discorso per l’esterno offensivo dell’Eintracht Francoforte Kostic, fortemente richiesto da Sarri, che però Ramadani, vista la titubanza del club biancoceleste (i tedeschi pretendevano il prestito oneroso con riscatto obbligatorio a 20 mln), ha offerto ai cugini giallorossi.

L’allenatore non l’ha presa bene e secondo quanto riporta il sito di Alfredo Pedullà, avrebbe litigato con l’agente. Nell’ultimo periodo le cose tra i due non vanno bene, anche perché Sarri si aspettava che Radamani l’avrebbe messo in contatto con top club dopo le esperienze vincenti con Chelsea (con cui ha vinto l’Europa League) e Juventus (con cui ha vinto lo scudetto). La Lazio è una realtà importante che ha accettato con entusiasmo, ma inizialmente avrebbe preferito un club che gioca la Champions. Lotito al momento è focalizzato sulla cessione della Salernitana e ha messo in secondo piano la Lazio. Sarri ha concesso tempo alla società, comprendendo il momento delicato, ma si aspetta a breve qualcosa di più viste le promesse fatte nelle scorse settimane.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti