Nasce 11TransFair, così i calciatori potranno essere i propri…procuratori

Nel calcio moderno la figura del procuratore sta avendo un peso sempre più grande. Ogni volta che si concretizza un trasferimento, soprattutto quelli più costosi, alla voce spese il club che acquista deve sempre aggiungere la postilla “commissioni ai procuratore”. Ecco perchè la piattaforma creata dall’ex portiere tedesco Rene Adler se prendesse piede potrebbe rivelarsi una svolta epocale. Soprattutto per tutti quei giocatori che non hanno la possibilità di affidarsi ad un agente. Si chiama 11TransFair, ma l’ex numero 1 del Leverkusen la chiama il “Tinder dei calciatori”.

Rene Adler, il creatore di 11TransFair

11TransFair, il Tinder per calciatori

Io la chiamo il Tinder per i calciatori e per i club, perchè cerchiamo di far incontrare le due parti attraverso un processo di matching“, ha spiegato lo stesso Adler alla Bild. “I calciatori vogliono occuparsi sempre di più dei loro affari – ha aggiunto – e non vogliono più essere completamente dipendenti dal lavoro dei loro procuratori. Ma non tutti i professionisti possono essere delle stelle assolute come Joshua Kimmich o Kevin De Bruyne, che ora come ora negoziano da soli, scegliendo le offerte che gli arrivano“.

Piattaforma all’insegna della trasparenza

La piattaforma, al momento attiva solamente in Germania, metterebbe direttamente in contatto i calciatori e i club, scavalcando di fatto la figura troppo ingombrante del procuratore: “Vogliamo portare trasparenza in un mercato che trasparente non è”, ha sottolineato Adler. “Vogliamo che un calciatore non possa solo scegliere tra il Lubecca e il Meppen, ma magari anche un club ungherese o australiano. Devono poter trovare l’opzione migliore per la loro carriera“.

Raiola, Jorge Mendes e compagnia sono avvisati. Con 11TransFair i calciatori saranno…procuratori di loro stessi.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti