EURO 2020 È Luca Loutenbach l’MVP di Francia-Svizzera

Passare da perfetto sconosciuto a idolo indiscusso del web e dei social, tra meme, post, foto, video. Un tifoso che è diventato l’emblema di una piccola nazione in una serata magica e forse irripetibile. Si chiama Luca Loutenbach, ma questo nome dice veramente poco. Più facile che per presentarlo si usino le immagini: Luca è il tifoso della Svizzera presente allo stadio di Bucarest per gli ottavi contro la Francia che con le sue espressioni facciali ha descritto in maniera emblematica le altalenanti emozioni di una sfida dal risultato clamoroso.

From zero to hero…Luca Loutenbach

Il tifoso elvetico, quando è arrivato all’Arena Națională di Bucarest per assistere a Francia-Svizzera, non si sarebbe mai aspettato che nel giro di 120 minuti sarebbe diventato una vera e propria icona del web. Il suo volto infatti ha fatto il giro del mondo social: dall’espressione sconsolata e le lacrime sul risultato di 3-1 per la Francia alla gioia e all’urlo liberatorio per il goal del 3-3 di Gavranovic il passo è stato breve. Prima cappello, maglia della Nazionale e atteggiamento quasi timido; pochi minuti dopo via la maglietta e il cappello e attitudine da vero capo ultras.

Luca Loutenbach e la sua metamorfosi

“Il giorno più bello della storia del calcio svizzero”

Luca, 28enne di Canton Giura, ad eccezione della sfida contro l’Italia all’Olimpico ha seguito tutti i match della Svizzera in questa edizione degli Europei. A fine partita il suo telefono è stato inondato da chiamate e messaggi: “Non so cosa stia succedendo“, ha detto a qualche amico all’aeroporto. Rintracciato dal quotidiano svizzero Blick, il super tifoso ha raccontato: “Penso che tutte le persone che conosco mi abbiano scritto. Durante la partita non c’era abbastanza segnale ma ho capito cosa stava accadendo grazie ad alcuni tifosi che erano intorno a me“. In effetti era diventato il volto della partita…

Il rigore decisivo fallito da Mbappè

Una giornata che Luca Loutenbach, il vero MVP di Francia-Svizzera, come ha scritto Sadiq Khan sindaco di Londra, non dimenticherà facilmente: “È il giorno più bello della storia del calcio svizzero, non temiamo le parole“. Adesso per i rossocrociati c’è la Spagna: Luca e la sua Nazionale ci regaleranno altre emozioni?

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti