A casa malata, ma in realtà era allo stadio per Inghilterra-Danimarca: donna licenziata

Quando l’Inghilterra è riuscita a trovare il pareggio contro la Danimarca mercoledì sera, decine di milioni di tifosi inglesi sono letteralmente esplosi di gioia. Ma per una donna “sfortunata”, i festeggiamenti si sono rivelati davvero molto costosi… Già perchè la donna in questione, Nina Farooqi, si era presa un giorno di malattia dal lavoro ma anzichè essere a casa si trovava a Wembley per guardare la semifinale di Euro 2020. Sfortuna ha voluto che le telecamere abbiano ripreso proprio la donna dopo l’autogol dell’1-1 di Kjaer. I suoi capi non l’hanno presa affatto bene…

Era allo stadio per Inghilterra-Danimarca: licenziata in tronco

Una partita attesa più di mezzo secolo da ogni tifoso inglese, e quando finalmente arriva la semifinale di una grande competizione è difficile, avendone la possibilità, non essere presenti allo stadio. Ma c’è chi pagherà a caro prezzo il fatto di essere andato a Wembley a vedere Inghilterra-Danimarca. È il caso di Nina Farooqi, 37enne produttrice di contenuti digitali, che ha avuto la grande fortuna di vincere i biglietti per l’attesissima sfida ad una lotteria. Tuttavia il giorno del match doveva lavorare e sapendo che i capi non le avrebbero dato delle ferie con così poco preavviso, ha pensato bene di prendersi un giorno di malattia. Per sua sfortuna le telecamere hanno inquadrato proprio lei

Allo stadio per Inghilterra-Danimarca

Galeotta fu l’esultanza in diretta tv

Mentre festeggiava con tutta sè stessa il pareggio dell’Inghilterra, la donna è stata ripresa dalle telecamere che in quel momento hanno deciso di zoomare proprio su di lei. Quelle immagini però erano in mondovisione, e ovviamente anche i suoi capi stavano guardando l’attesa partita. La mattina dopo infatti, tornando al lavoro ha avuto una brutta sorpresa. I suoi datori di lavoro, che l’avevano vista in tv, hanno capito che la donna non era proprio “malata”. Le hanno dunque telefonato per farle sapere che non doveva preoccuparsi di tornare nello Yorkshire (sede del posto di lavoro) poiché il suo contratto stava per essere rescisso.

La donna era allo stadio per Inghilterra-Danimarca…

“Violato contratto di lavoro”

È un momento emozionante per tutti in Inghilterra e, data l’opportunità, avremmo incoraggiato la partecipazione a una partita di calcio così importante“, ha dichiarato il direttore dell’azienda Charles Taylor al The Mail. “Sfortunatamente in questa occasione, il nostro dipendente ha mentito, prendendosi un giorno di vacanza per malattia per assistere alla partita. Ciò in violazione del suo contratto di lavoro, quindi non abbiamo avuto altra scelta che intraprendere l’azione appropriata. Come azienda, apprezziamo l’onestà e l’integrità e non tolleriamo che nessun dipendente tragga vantaggio dalle nostre politiche“.

Allo stadio per Inghilterra-Danimarca: non poteva dire la verità?

La donna ha fatto la stessa scelta che la maggior parte dei tifosi inglesi avrebbe fatto se si fossero trovati nella stessa sua situazione. Avendo la possibilità di assistere ad una partita così importante, come avrebbe potuto rinunciare? Forse magari però sarebbe stato più semplice parlarne con molta sincerità ai propri datori di lavoro… “It’s coming Home”, sì, Nina Farooqi sta di sicuro tornando a casa.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti