Inglesi sempre più sicuri della vittoria, tifoso si fa tatuare trofeo prima della finale

Gli inglesi sempre più sicuri della vittoria a Euro 2020. Un tifoso si è fatto tatuare il trofeo prima della finale contro l’Italia. Dopo la vittoria in semifinale contro la Danimarca a Wembley, il popolo britannico è convinto che il calcio, dopo tanti anni di sofferenza, “is coming home”. Così convinto, che qualcuno si è già fatto tatuare il trofeo, non ancora conquistato.

Inglesi sempre più sicuri della vittoria, tifoso si fa tatuare trofeo prima della finale

A tre giorni dalla finale, un tifoso britannico si è tatuato sulla gamba destra il trofeo di Euro 2020 con la scritta: “Euro 2020. England Winners. It’s Coming Home”. Lewis Holden, questo il nome dell’uomo, aveva scommesso con un amico che si sarebbero fatti dei tatuaggi abbinati se l’Inghilterra fosse andata fino in fondo. Ma prima della fine del campionato europeo di calcio e dopo aver bevuto qualche birra di troppo, ha contattato un tatuatore e ha subito aggiunto un tatuaggio alla sua collezione.

Il 26enne, come racconta al Manchester Evening News, è fiducioso: “Non porta sfortuna, tornerà a casa. Tutti lo hanno detto, ma non sarà un problema, ne sono fiducioso. Lunedì tutti faranno la fila per questo tatuaggio. Potrei anche farmi tagliare i capelli come Phil Foden in caso di vittoria”.

Non è la prima volta che un tifoso britannico si tatua un trofeo prima della fine di una competizione. L’ultima volta però non è andata così bene. Tre anni fa, ricorda Sportbible, Jamie Richardson di Castleford si è fatto un tatuaggio sullo stomaco con la coppa del mondo e le parole: “I vincitori della Coppa del Mondo, Inghilterra 2018”. Jamie aveva scelto di fare quel tatuaggio dopo che l’Inghilterra aveva chiuso il primo tempo contro il Panama per 5-0. Una gara della fase a gironi per i Tre Leoni, che hanno poi perso in semifinale contro la Croazia. 

L’uomo, come ha spiegato al Daily Star Online dopo la delusione della semifinale contro i croati, non si è comunque pentito per il tatuaggio prematuro: “È meglio averci creduto e aver perso che non averci mai creduto affatto. Non ho rimpianti”. 

Lewis ha scelto di fare lo stesso, un tatuaggio, ma in questo caso prima della finale. Il 26enne spera che la squadra di Gareth Southgate possa battere l’Italia e fare la storia. Gli inglesi sempre più sicuri della vittoria, per ora, ma speriamo che domenica finisca diversamente.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti