La maledizione di Chiellini a Saka: “Kiricocho!”. E l’inglese sbaglia il rigore…

All’età di quasi 37 anni Giorgio Chiellini è stato uno dei grandi protagonisti della vittoria dell’Italia nell’edizione degli Europei appena terminata. Insuperabile in difesa, leader carismatico dentro e fuori dal campo. Un veterano capace di intimorire gli avversari con il suo strapotere fisico, la sua forza mentale, e anche il suo sorriso (Jordi Alba ne sa qualcosa…). A pochi giorni dalla finale vinta ai rigori contro l’Inghilterra è venuto fuori che Chiellini è stato decisivo anche senza calciare dagli 11 metri. In che modo? Ha semplicemente scagliato un’antica maledizione nel momento del tiro di Saka, che ha effettivamente poi sbagliato il penalty…

Lo strano urlo di Chiellini…

Diga insuperabile della difesa azzurra. Fisico ed esperienza al servizio della squadra di Mancini. Protagonista indiscusso del web grazie all’ormai celebre trattenuta sul malcapitato Bukayo Saka in finale. C’è tutto Giorgio Chiellini nella vittoria dell’Italia ad Euro 2020. Un “vecchietto” indomabile dato da troppi per bollito e che invece ha letteralmente portato a scuola attaccanti del calibro di Lukaku e Kane. Ma riguardando con attenzione i rigori decisivi della finale europea, si scopre che Chiellini ha anche dei poteri “magici”. Il capitano azzurro infatti, poco prima del rigore di Saka respinto da Donnarumma che ha regalato il titolo ai ragazzi di Mancini, ha urlato un incomprensibile: “Kiricocho!“. Parola senza senso? Non proprio…

La maledizione di Chiellini a Saka prima del rigore

La maledizione di Chiellini a Saka

La strana parola urlata da Chiellini poco prima del rigore di Saka altro non sarebbe che un’antica maledizione sudamericana. La leggenda si riferisce agli anni ’80 e vede protagonista Carlos Bilardo, allora allenatore dell’Estudiantes. Il club aveva un tifoso molto particolare, Kiricocho appunto, che aveva la nomea di essere uno iettatore. Quando quest’uomo assisteva agli allenamenti di una squadra, puntualmente qualche giocatore si infortunava. Bilardo decise allora di mandarlo in giro per l’Argentina a seguire gli avversari del club, con il risultato che l’Estudiantes vinse quel campionato perdendo solamente una partita, quella contro il Boca Juniors, guarda caso l’unica squadra a non aver ricevuto la “visita” non proprio gradita di Kiricocho.

È stato lo stesso Chiellini a confermare di aver utilizzato la vecchia maledizione sudamericana. Contattato da Christian Martin, giornalista di ESPN Argentina, il capitano ha risposto con un video: “Ciao Christian, ti confermo tutto. Kiricocho!“.

La maledizione di Chiellini a Saka

La maledizione di Chiellini a Saka ha avuto dunque l’esito sperato, ma il Chiello non è stato il primo giocatore ad utilizzarla durante una finale: in quella dei Mondiali del 2010 fu Capdevilla della Spagna ad urlare “Kiricocho!” ad Arjen Robben lanciato a rete. Il risultato? Manco a dirlo, errore dell’olandese e Spagna Campione del Mondo…

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti