Alaba si presenta al Real, e sceglie una maglia “leggermente” pesante…

Ad ormai più di due mesi dall’addio al Bayern Monaco e la firma da svincolato apposta al contratto con il Real Madrid, è stato presentato ufficialmente alla stampa David Alaba, difensore austriaco che ha siglato un accordo con le Merengues di cinque anni. L’ex Bayern ha scelto una maglietta abbastanza pesante dalle parti del Santiago Bernabeu: la numero 4, indossata fino a Maggio scorso da un certo Sergio Ramos…

Alaba si presenta al Real Madrid

Alaba si presenta al Real Madrid

Abito elegante grigio e cravatta scura. Sorriso a trentadue denti e sguardo fiero tipico di chi è arrivato nel posto che aveva sempre sognato. Accompagnato dal presidente Florentino Perez e dall’allenatore Carlo Ancelotti, David Alaba si presenta al Real Madrid con curiosità e l’impazienza di iniziare la sua nuova avventura spagnola dopo ben 12 anni al Bayern Monaco. Il difensore austriaco ha scelto la maglia numero 4, che negli ultimi anni era indossata da un ragazzo che dalle parti di Madrid si ricordano molto bene, Sergio Ramos, da poco passato al Paris Saint Germain.

Alaba con Florentino Perez e Ancelotti

Le parole dell’ex Bayern

Ciao a tutti, grazie mille per la calorosa accoglienza“, le prime parole da Merengues del difensore austriaco. “È un grande giorno della mia carriera, sono molto eccitato per questo. Sono molto orgoglioso e onorato di indossare la maglia bianca del Real Madrid. Di sicuro darò tutto per avere molto successo insieme. Vamos! Hala Madrid!“. Poi sulla scelta della pesante maglia numero 4: “Sergio Ramos è stato qui un decennio ed è un leader, lo sappiamo tutti ed è nella testa di tutti. Ma mi è stato detto che questo era l’unico numero disponibile e non mi andava di fare discussione con altri compagni per cambiare numero. Voglio onorarlo“.

Idee chiare e niente timori reverenziali o paura del recente passato. David Alaba è atterrato a Madrid.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti