Adani sul ritorno di Allegri alla Juventus: “In due anni avrà incamerato idee nuove”

Adani sul ritorno di Allegri alla Juventus ci va morbido. L’ex difensore, dopo i famosissimi diverbi con il tecnico in diretta su Sky, non vuole riaccendere vecchie polemiche. L’ex giocatore e l’allenatore bianconero hanno due visioni sul calcio completamente differenti e spesso, proprio per questo, si sono resi protagonisti di accesi battibecchi in TV.

La diatriba tra i due prende il via il 28 aprile 2018 dopo che la Juventus batte l’Inter per 3-2 a San Siro e si avvicina così al settimo scudetto consecutivo. Allegri è accusato di non far giocare bene la sua squadra, ma lui non ci sta e risponde per le rime, lanciandosi anche in un paragone tra basket e calcio e lasciando poi la trasmissione senza attendere la replica dello studio. 

Questo però era solo l’inizio. A quasi un anno esatto di distanza scoppia nuovamente la diatriba Allegri-Adani. È il 27 aprile 2019, la Juventus pareggia 1-1 in casa con l’Inter, ma è stata anche eliminata da poco ai quarti di finale di Champions dall’Ajax. I bianconeri giocano male contro i Lancieri e l’allora opinionista Sky non perde occasione per sottolinearlo.

I due non se le mandano a dire fino a che il tecnico prova a zittire Adani: “Adesso parlo io e tu stai zitto”, e l’opinionista risponde a tono: “Stai zitto lo dici a tuo fratello, se vuoi ripartiamo con le teorie del basket”. L’allenatore bianconero e l’ex Inter si parlano sopra ma alla fine Allegri si toglie il microfono e va via. 

Adani sul ritorno di Allegri alla Juventus: “In due anni avrà incamerato idee nuove”

Le frecciatine continuano a distanza, ma ora Lele cerca di non riaccendere troppo le polemiche. Adani non è più opinionista Sky e, in un’intervista al Corriere della Sera, parla di futuro ma anche del tecnico livornese che invece torna sulla panchina bianconera: “Max torna in un posto che conosce, riprende in mano il progetto che ha contribuito a far diventare grande. Ha esperienza, conoscenza, sa scegliere i calciatori, è un tecnico scaltro e sono certo che in questi due anni avrà incamerato nuove idee”.

Adani sul ritorno di Allegri alla Juventus ci va morbido ma sembra lanciare comunque una frecciatina. Il ricordo delle loro diatribe, in fondo, è ancora vivo ma Lele assicura che non è una provocazione: “L’opinione deve essere forte, chiara, deve interessare, come fu quella volta con Max, non possiamo giocare ogni volta per lo zero a zero. Nessuna provocazione dunque. Guardiola da sempre, poi Flick, Tuchel recentemente e appunto Mancini hanno mostrato la via: si vince e si conquista la gente, soprattutto i giovani, attaccando, imponendosi con coraggio, credendo nel talento. E la rosa della Juve sarà certamente di valore alla fine di questo mercato”. 

I due sicuramente non si rincontreranno su Sky. Il futuro di Adani è ancora incerto, ma gli appassionati potranno seguirlo ancora sulla Bobo tv: “Ci sono state chiacchierate con altre realtà della comunicazione italiana. Presto deciderò. Di certo, la passione non si è mai spenta, nonostante certe prese di posizione nei miei confronti. La Bobo Tv? È la nuova comunicazione. Garantiamo libertà intellettuale e competenza. Intercettiamo anche il modo con cui i giovani di oggi vivono e usufruiscono di questo meraviglioso sport”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti