Lautaro dallo psicologo per…collezionare meno cartellini gialli

Lautaro dallo psicologo per raggiungere un obiettivo ben preciso: collezionare meno cartellini gialli. El Toro, neo vincitore della Copa America con la sua Argentina, è noto per la sua forza e il suo carisma in campo. Ma è proprio a causa della troppa grinta che, nelle prime stagioni in Serie A, ha collezionato parecchie ammonizioni rischiando anche qualche rosso. 

Lautaro dallo psicologo per collezionare meno cartellini gialli

Un problema che lo stesso giocatore ha voluto risolvere. Come? Chiedendo consiglio a un esperto. Lautaro si è rivolto a uno psicologo per migliorare la sua disciplina e limitare di conseguenza la quantità di ammonizioni. 

A rivelarlo è lui stesso ai media argentini: Sono felice e soddisfatto della mia carriera, tutto quello che faccio all’Inter mi sta aiutando con la nazionale spiega l’attaccante – Sto migliorando fisicamente, mi sono allenato con attenzione per essere in forma perfetta. Era più complicato lavorare sulla mia mentalità. Diventare padre mi ha aiutato a risolvere tante cose fuori dal campo. Uno psicologo mi ha aiutato a protestare meno e a raccogliere meno cartellini gialli. Controlla le statistiche e vedrai che sono migliorato. Una nuova stagione è all’orizzonte e anche il Mondiale 2022”.

E le statistiche, effettivamente, non mentono. Nella stagione 2019-20 Martinez ha ricevuto 11 cartellini gialli e un rosso. La scorsa stagione, invece, è migliorato parecchio, collezionando solo 5 cartellini. Il 23enne, tra i protagonisti della formazione di Antonio Conte, ha chiuso il campionato 2020-21 con 17 gol e 10 assist. El Toro ha vinto lo scudetto con i nerazzurri, che mancava da 11 anni, e ha poi ottenuto un altro importante successo con l’Albiceleste vincendo la Copa America

Martinez ha ancora una lunga carriera davanti ma ha già ben chiaro cosa farà nei prossimi anni. L’attaccante infatti vorrebbe chiudere la sua carriera in uno dei suoi primi club: “Vorrei chiudere la mia carriera al Liniers, cercherò di convincere mia moglie a tornare al Bahia Blanca, spero di poter giocare ancora per il Liniers o per il Racing un giorno, ma è difficile fare promesse nel calcio”.

Lautaro dallo psicologo, ma non è l’unico. Molti giocatori ultimamente ricorrono all’aiuto di specialisti. Uno degli ultimi casi noti è quello del portiere dell’Inghilterra Jordan Pickford, che ha recentemente ammesso di vedere regolarmente uno psicologo.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti