Non c’è pace per Rooney, entra in tackle su suo calciatore al Derby County e provoca infortunio

Non c’è pace per Rooney. Dopo la serata trascorsa con tre ragazze e le foto imbarazzanti pubblicate da queste sui social a sua insaputa, l’ex United deve fare i conti anche con i problemi legati al Derby County. Il tecnico infatti è entrato in tackle su un suo calciatore e gli ha provocato un infortunio. 

Non c’è pace per Rooney, entra in tackle su suo calciatore al Derby County e provoca infortunio

Un duro placcaggio in allenamento che non ha lasciato scampo a Jason Knight. Il 20enne si è infortunato e sarà indisponibile per circa 12 settimane. Tutto è avvenuto nel campo di allenamento della contea di Derby. L’irlandese si è scontrato con Rooney durante l’allenamento e si è infortunato alla caviglia. Jason salterà quindi l’inizio della stagione. 

A confermare l’infortunio è stato lo stesso tecnico al Derby Telegraph lo scorso fine settimana: Jason starà fuori dalle otto alle 12 settimane. Si è fatto male alla caviglia. Per fortuna non ha bisogno di un intervento chirurgico, ma ha bisogno di tempo per assicurarsi che la caviglia torni forte. Tutti sanno cosa ci porta Knighty, è un giocatore fantastico, ha una grande energia e sarà una grande perdita, ma dobbiamo reagire”.

Rooney però non ha fornito ulteriori dettagli. Solo lunedì è emerso che l’ex Red Devils era coinvolto in prima persona nella vicenda. È stato un suo pesante placcaggio, infatti, a provocare il problema alla caviglia del 20enne. Il Telegraph ha riferito che il Derby County e lo stesso tecnico non hanno confermato questi nuovi dettagli. 

Non c’è pace per Rooney quindi, né nella vita privata né sul lavoro. L’ex attaccante, solo pochi giorni fa, si lamentava della mancanza di giocatori in squadra. Il Derby County ha solamente nove giocatori, due dei quali sono portieri. Il club infatti è soggetto a un embargo sui trasferimenti e non può effettuare acquisti da altri club. Una situazione che è sicuramente peggiorata con l’infortunio di Knight.

Il club potrebbe acquistare giocatori in regime di free agent con contratti di 12 mesi o fare acquisti di prestito di sei mesi se ha meno di 23 giocatori. Una decisione che però non dipende da Rooney, come dichiarato da lui stesso a Sky Sports: “Vi sono delle persone che devono prendere decisioni. Io non posso controllare questa situazione. Tutto ciò che posso fare è lasciare intatte la dignità e l’orgoglio dei club. Chiaramente non è una situazione ideale, è difficile non sapere quale sia la mia rosa in due settimane”.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I più letti